Saras in forte calo mercoledì

Saras in forte calo mercoledì. Kepler Cheuvreux peggiora la raccomandazione sul titolo da hold a reduce e taglia il target da 0,54 a 0,48 euro dopo l'approvazione dei risultati 2020 e del piano industriale 2021-2024. Saras ha chiuso lo scorso esercizio con ricavi in calo del 44% a/a e risultato netto a -275,5 milioni di euro da +26,2 milioni nel 2019. Lo scenario della raffinazione è previsto ancora debole nel 2021: pertanto, gli investimenti nel nuovo segmento integrato Industrial “Refining + Power” verranno ridotti a 55 milioni di euro. Per il triennio 2022–2024 ci si attende una ripresa ma con entità e tempistica a oggi incerte. Il titolo ha toccato un minimo intraday a 0,575 euro tentando poi un timido rimbalzo verso area 0,58 (close precedente a 0,623 euro). A 0,6075 le quotazioni hanno violato la base del gap rialzista del 15 febbraio. Precedentemente i prezzi erano scesi al di sotto della base del canale crescente disegnato dai minimi di novembre, passante in area 0,627 e praticamente coincidente con la media mobile esponenziale a 50 giorni. Il rischio che ora si realizzino movimenti di ribasso proporzionali all'ampiezza del canale citato è alto, il prossimo target potrebbe quindi essere collocato in area 0,45 euro. Conferme in questo senso con la violazione di area 0,52 euro. Solo recuperi al di sopra di 0,63 segnalerebbero il termine del ribasso prospettando un test di area 0,70 almeno.