Telecom Italia guadagna terreno grazie ai dati del primo semestre

Telecom Italia guadagna terreno grazie ai dati del primo semestre e all'ok dell'antitrust all'offerta calcio in partnership con DAZN. I ricavi salgono a 7,6 miliardi di euro (+0,5% a/a organico, +1% nel secondo trimestre), i ricavi telefonia fissa domestica salgono dell'1,5% a/a), in Brasile ricavi +6,6% a/a nel semestre, +10,5% nel secondo trimestre. Indebitamento finanziario netto after lease in calo a 17,4 miliardi (-3,7 miliardi a/a). L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha concluso il procedimento cautelare relativo ad alcune clausole dell’accordo fra TIM e DAZN per la visione delle partite del campionato di calcio di Serie A nel triennio 2021-2024: alla luce delle misure presentate dai due operatori, non sussistono elementi per intervenire. L'autorità continuerà a monitorare l’effettiva implementazione delle misure prospettate. Kepler Cheuvreux ha confermato la raccomandazione "buy" e il prezzo obiettivo a 0,7 euro sul titolo. Mediobanca Securities ha invece confermato il rating "neutral" e il prezzo obiettivo a 0,5 euro. Il titolo ha terminato la seduta di mercoledì con un rialzo dello 0,3% a 0,3706 euro ma nell'intraday le quotazioni sono cresciute fino a 03792 euro. Nelle ultime sedute i prezzi hanno disegnato un potenziale doppio minimo, figura rialzista, con base a 0,367 circa. Il superamento di 0,38 completerebbe la figura e permetterebbe l'avvio di un rialzo verso 0,3862, lato alto del gap ribassista del 19 luglio e media mobile esponenziale a 20 giorni. Resistenza successiva a 0,4050, minimo del 6 maggio. La mancata rottura di 0,38 e la violazione di 0,367 cancellerebbero invece lo scenario rialzista prospettando il test di 0,3565, base del gap del 3 febbraio. Sotto quei livelli supporto a 0,327 circa.