0
Segnalibri
FTAOnline
Home :: Finanza Personale :: Bonus edilizi: quando è obbligatorio presentare l’asservazione tecnica?

Bonus edilizi: quando è obbligatorio presentare l’asservazione tecnica?

di FTA Online Newspubblicato: 15 giorni fa

A causa dei vari ed innumerevoli bonus edilizi messi a disposizione prima dal Governo Conte e poi dal Governo Draghi, sono state tantissime le frodi messe in atto. Questo ha portato il Governo ha legiferare un decreto anti-frode a novembre. Secondo questo decreto, per la maggior parte dei bonus edilizi è necessaria l’asservazione tecnica e il visto di conformità. Vediamo i dettagli nell’articolo.

A volte per godere di un beneficio e di un'agevolazione come un bonus edilizio, è necessario presentare un visto di conformità e/o un documento di asservazione tecnica. Questo con l’obbiettivo di evitare il più possibile frodi e truffe.

Quando è necessario e obbligatorio per un cittadino italiano presentare un documento di conformità o asservazione per beneficiare di un bonus edilizio, tra cui il superbonus o il bonus ristrutturazione? Lo spiega la manovra finanziaria e la legge di bilancio 2022. Scopriamo i dettagli.

Bonus edilizi: quali sono le differenze tra visto di conformità e asservazione tecnica?

Visto di conformità e documento di asservazione tecnica, per quanto simili, non sono la stessa cosa.

ll visto di conformità è un documento posto in essere da un professionista abilitato (geometra e/o ingegnere) fondamentale affinchè venga dimostrato che le dichiarazioni e i documenti prodotti per ottenere l'agevolazione edilizia in essere, siano regolari e non ci sia alcuna frode.

L'asseverazione tecnica viene consegnata sempre da un tecnico abilitato, ingegnere, geometra o architetto, ma con essa si dimostra invece di avere i requisiti tecnici (non documentali o reddituali) validi per ottenere i bonus e, inoltre, si dimostra che anche le spese sostenute sono state congrue.

Bonus edilizio: quando si sceglie la cessione del credito è necessario presentare l'asservazione tecnica

Come abbiamo avuto modo di sottolineare in altri precedenti articoli riguardanti i bonus edilizi, le frodi in questo ambito sono state tantissime e si sono avute cessioni di crediti inesistenti per milioni di euro.

Per combattere le frodi il Governo Draghi a novembre ha emesso un decreto legge anti-frode che ha ampliato l'obbligo di presentare un visto di conformità e anche un documento di asservazione tecnica per dimostrare di avere non solo documenti e requisiti a posto, ma anche di aver sostenuto delle spese congrue e non gonfiate.

Questi documenti sono indispensabili se invece della detrazione fiscale si vuole scegliere lo sconto in fattura o la cessione del credito in ogni caso in cui si sia usufruito di un bonus edilizio: dal superbonus 110%, al bonus facciate, al bonus ristrutturazione, all'ecobonus, sismabonus o installazione di impianti fotovoltaici.

Bonus edilizi: ci sono casi in cui non serve il documento di asservazione e il visto di conformità?

Il visto di conformità e l'asservazione tecnica sono previsti e obbligatori solo quando il beneficiario del bonus edilizio sceglie, per sua volontà, la cessione del credito a terzi o lo sconto in fattura. Se invece sceglie la detrazione fiscale in dieci anni, non ha bisogno di presentare alcuna documentazione.

La legge di bilancio 2022 ha emanato una novità a questo proposito. Visto di conformità e documento di asservazione tecnica non sono necessari in questi casi elencati:

·       interventi di edilizia libera;

·       interventi di importi non superiori a dieci mila euro.

Bonus facciate: serve il visto di conformità o l'asservazione tecnica?

Il visto di conformità è indispensabile per ottenere il beneficio del bonus facciate, ovvero la detrazione del 60%, piuttosto che del 90% come l'anno scorso.

L'agevolazione riguarda il rifacimento delle facciate esterne di case unifamiliari, di palazzi condominiali o di parte di essi.

Elenchiamo i bonus edilizi che sono sottoposti ad obbligo di visto di conformità e asservazione tecnica

Ecco tutti i bonus edilizi sottoposti a visto di conformità e asservazione tecnica:

·       Bonus ristrutturazione al 50%;

·       Ecobonus;

·       Bonus Facciate;

·       Bonus Fotovoltaico;

·       Bonus Barriere Architettoniche;

·       Superbonus 110%.

Asservazione tecnica nel caso del Superbonus 110%

Nel caso del superbonus 110%, il proprietario può utilizzare la detrazione fiscale, in dieci anni, oppure scegliere la cessione del credito e lo sconto in fattura.

Qualsiasi sia la decisione presa dal beneficiario, ci sarà bisogno obbligatoriamente di un visto di conformità che attesti la sussistenza dei presupposti al credito.

E' necessario il documento di asseverazione tecnica ed il visto di conformità.

Il superbonus 110% ha fatto nascere un complicato intreccio tecnico e normativo che ha trovato nel documento di asservazione tecnica e nel visto di conformità l'unico modo per tentare di garantire una difesa dalle truffe e dalle frodi. 

Il tecnico che rilascia il visto di conformità deve essere conscio di quanto importante sia il suo ruolo e delle enormi responsabilità che gravano su di lui. Dall'asservazione che compilerà, infatti, dipenderà la buona riuscita dell'operazione tecnica, economica e finanziaria.

Argomenti

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter via e-mail per ricevere aggiornamenti sulle Ultime Notizie, i Tutorial e le Offerte Speciali!

Autorizzazione Marketing
Autorizzo l'utilizzo delle informazioni che ho fornito ai fini di ricevere via e-mail notizie, aggiornamenti ed informative marketing.
Cancellazione e politica sulla privacy