0
Segnalibri
FTAOnline
Home :: Approfondimenti :: Ftse Mib: le utility con i dividendi migliori e peggiori

Ftse Mib: le utility con i dividendi migliori e peggiori

di FTA Online Newspubblicato:

Le utility staccheranno interessanti dividendi tra maggio e luglio: quali titoli offriranno di più?

Il mese di aprile è ormai iniziato ed è quindi ufficialmente partito il countdown per la nuova stagione dei dividendi a Piazza Affari.

Gran parte degli stacchi sarà concentrata proprio tra il mese in corso e maggio, ma ci saranno anche titoli che pagheranno la cedola a giugno e luglio e altri poi in autunno.

Dividendi 2022: occhio alle utility

Uno dei settori da tenere d'occhio in tema di dividendi sul mercato italiano è quello delle utility, che si prepara a remunerare i suoi azionisti con dei ritorni interessanti.

Come è noto le utility sono titoli anticiclici o difensivi, ossia meno legati all'andamento del ciclo economico.

Per loro natura riescono quindi a reggere meglio nelle fasi di crisi o in generale di contrazione dell'economia, garantendo nel tempo una maggiore stabilità in termini di utili e dividendi.

Passiamo ora in rassegna le utility che fanno parte del Ftse Mib, con tutte le indicazioni sulla cedola, con particolare riferimento sia alla data di stacco che al rendimento.

A2A

Tra le utility, la società chiamata per prima a remunerare i suoi azionisti sarà A2A.

L'appuntamento è per il 23 maggio prossimo, giorno dello stacco cedola, cui seguirà il 25 maggio il pagamento.

A valere sull'esercizio 2021, A2A corrisponderà ai suoi azionisti un dividendo di 0,0904 euro, di cui 0,0824 euro relativi alla parte ordinaria e 0,008 euro come cedola straordinaria.

Il dividendo complessivo di 0,0904 euro è in rialzo di ben il 13% rispetto a quello dello scorso anno pari a 0,08 euro.   

La cedola in arrivo a maggio, rapportata ai valori di chiusura del titolo dell'1 aprile, a 1,547 euro, offre un rendimento del 5,84%, il secondo più alto nel settore di riferimento.

Italgas

Nello stesso mese di A2A ci sarà un'altra utility chiamato all'appuntamento con il dividendo e si tratta di Italgas.

Al pari della ex municipalizzata milanese, il titolo staccherà la cedola il 23 maggio, con pagamento due giorni dopo, il 25 maggio.

Italgas quest'anno remunererà i suoi azionisti con un dividendo pari a 0,295 euro, in aumento del 6,5% rispetto a quello corrisposto lo scorso anno, pari a 0,277 euro.

La cedola è stata proposta dal Cda alla luce dei risultati conseguiti nel 2021, chiuso con un utile netto adjusted in salita del 6% a 367,7 milioni di euro.

Il dividendo di Italgas offre un rendimento del 5,04%, calcolato sul valore di chiusura del titolo dell'1 aprile a 5,855 euro.  

Hera

Saranno tre le utility che pagheranno il dividendo a giugno e tra queste segnaliamo anche Hera, che staccherà la cedola il 20 giugno, con pagamento il mercoledì 22 giugno.

Anche il dividendo di Hera è in crescita, visto che quest'anno è pari a 0,12 euro, in aumento del 9,09% in confronto a quello riconosciuto nel 2021 di 0,11 euro.

Il dividend yield è il più basso delle utility quotate sul Ftse Mib: in relazione al close dell'1 aprile, pari a 3,367 euro, Hera offre un rendimento più contenuto del 3,56%. 

Snam

Lo stesso giorno di Hera, quindi il 20 giugno, sarà chiamato a staccare la cedola Snam, con pagamento anche in questo caso due giorni dopo, il 22 giugno.

In questo caso è bene precisare che a giugno sarà riconosciuto agli azionisti il saldo del dividendo 2022 nella misura di 0,1572 euro, dopo che a gennaio scorso il titolo ha già pagato un acconto di 0,1048 euro.

La cedola complessiva è di 0,262 euro e rapportata alla quotazione dell'1 aprile, pari a 5,272 euro, si traduce in un rendimento del 4,97%.

Da evidenziare che Snam tra le utility indossa la maglia nera in termini di aumento del dividendo che quest'anno è in crescita di "solo" il 5,02% rispetto a quello staccato nel 2021 nella misura di 0,2495 euro.

Nel piano industriale presentato nei mesi scorsi, Snam ha confermato una crescita del dividendo nell'ordine del 5% annuo fino al 2022, con un rialzo minimo ulteriore del 2,5% nel periodo 2022-2025. 

Terna

La terza utility chiamata l'appello nello stesso mese di Hera e Snam sarà Terna, con data stacco cedola il 20 giugno e pagamento il 22 giugno.

Al pari di Snam, anche Terna prevede la distribuzione del dividendo in due tranche: la prima, a titolo di acconto, è avvenuta a novembre 2021, mentre a giugno prossimo sarà corrisposta la seconda come saldo.

La cedola complessiva di Terna a valere sull'esercizio 2021 è pari a 0,2911 euro, ma visto che a novembre sono stati già pagati 0,1929 euro, ora a giugno si attende la restante parte di 0,0982 euro.

Complice anche il rialzo messo a segno di recente dal titolo, che proprio nelle ultime sedute ha toccato nuovi massimi storici, si è ridotto lo yield.

Sulla base del close dell'1 aprile a 7,872 euro, il dividendo di Terna offre un rendimento del 3,7%, il penultimo in classifica tra le utility del Ftse Mib.

Da evidenziare però che la cedola è tra quelle con la crescita più elevata rispetto al 2021, mostrando un incremento dell'8,01% in confronto agli 0,2695 euro pagati lo scorso anno.   

Enel

Chiudiamo la nostra rassegna parlando di Enel che nel gruppo delle utility sarà l'ultimo in ordine di tempo a pagare il dividendo.

La data da segnare sul calendario è quella del 18 luglio, giorno dello stacco cedola, cui seguirà il 20 luglio il pagamento della stessa.

Come nel caso di Snam e Terna, anche per Enel il dividendo è corrisposto in due momenti differenti dell'anno.

A gennaio scorso il titolo ha pagato un acconto di 0,19 euro e a luglio prossimo verserà il saldo, anch'esso pari a 0,19 euro.

Il dividendo complessivo di Enel, pari a 0,38 euro è in aumento del 6,14% rispetto a quello del 2021, pari a 0,358 euro, e rapportato alla chiusura dell'1 aprile scorso implica un rendimento del 6,22%, il più alto tra le utility. 

Enel ha già anticipato che rispetto agli 0,38 euro di quest'anno, il dividendo salirà a 0,4 euro a valere sull'esercizio 2022, per poi crescere a 0,43 euro, come base minima garantita, nel 2023 e nel 2024.

Programma dei video

« agosto 2022»
lun
mar
mer
gio
ven
sab
dom

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter via e-mail per ricevere aggiornamenti sulle Ultime Notizie, i Tutorial e le Offerte Speciali!

Autorizzazione Marketing
Autorizzo l'utilizzo delle informazioni che ho fornito ai fini di ricevere via e-mail notizie, aggiornamenti ed informative marketing.
Cancellazione e politica sulla privacy