Astm ridurrà del 25% le emissioni di gas serra entro il 2030

14/10/2021 13:11:16

Il Gruppo ASTM, che opera a livello globale nei settori della gestione di reti autostradali, della progettazione e realizzazione di grandi opere infrastrutturali e della tecnologia, si impegna a ridurre le proprie emissioni di GHG1 di Scope 1 2 e 23 del 25% entro il 2030 rispetto ai valori del 2020. ASTM si impegna altresì a ridurre le emissioni di GHG di Scope 3 4 da beni e servizi acquistati da terzi del 13% nello stesso lasso di tempo. Tali obiettivi sono stati approvati da Science Based Targets initiative (SBTi), in quanto coerenti con i livelli richiesti per raggiungere gli obiettivi dell'Accordo di Parigi sulla lotta al cambiamento climatico. L'Amministratore Delegato di ASTM, Umberto Tosoni, ha commentato: "La validazione dei nostri target conferma l'impegno e la determinazione del Gruppo ASTM nel proseguire lungo il percorso di sostenibilità intrapreso, consapevole delle responsabilità che tutti noi abbiamo per salvaguardare il pianeta e l'ambiente che ci circonda. La sostenibilità fa parte del DNA di ASTM, per questo siamo il primo operatore autostradale europeo a ricevere l'approvazione su base scientifica dei nostri obiettivi per la riduzione delle emissioni di GHG".
SBTi ha validato i target di riduzione delle emissioni di GHG presentati da ASTM ritenendoli conformi ai propri criteri e raccomandazioni, ed in particolare:
• l'obiettivo relativo alle emissioni di gas a effetto serra derivanti dalle attività del Gruppo ASTM (Scope 1 e 2) è allineato alla riduzione richiesta per contenere il riscaldamento globale ben al di sotto dei 2°C rispetto all'era preindustriale;
• l'obiettivo per le emissioni di Scope 3 derivanti dall'acquisto di beni e servizi soddisfa i criteri di SBTi che lo ha valutato ambizioso per quanto riguarda la gestione della catena del valore e pertanto in linea con le best practice.
Il Gruppo ASTM è il primo operatore autostradale europeo e il maggiore in termini di km gestiti a ricevere l'approvazione dei propri obiettivi da parte di SBTi, diventando così un modello di impegno concreto nella lotta al cambiamento climatico e nella riduzione delle emissioni di GHG per il tutto il settore delle concessioni autostradali. SBTi è un'iniziativa internazionale nata dalla collaborazione tra CDP (già Carbon Disclosure Project), Global Compact delle Nazioni Unite, World Resources Institute (WRI) e World Wide Fund for Nature (WWF), per verificare l'allineamento dei target di decarbonizzazione delle imprese con le indicazioni dell'Accordo di Parigi. SBTi, infatti, è nata proprio con l'intento di guidare le aziende nella definizione di obiettivi ambiziosi di mitigazione del cambiamento climatico per garantire che la loro strategia sia in linea con gli obiettivi su base scientifica. Per la definizione dei target ASTM si è avvalsa della consulenza tecnica di Carbonsink.

RV - www.ftaonline.com