Borsa Usa: indici positivi

10/09/2021 16:23:00

La Borsa di New York ha aperto l'ultima seduta della settimana in rialzo dopo il colloquio telefonico tra il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il suo omologo cinese, Xi Jinping. Il Dow Jones guadagna lo 0,5%, l'S&P 500 lo 0,5% ed il Nasdaq Composite lo 0,6%.
Tra i titoli in evidenza Affirm Holdings +22%. Il gruppo fintech ha comunicato risultati relativi al quarto trimestre del suo esercizio migliori rispetto alle attese di Wall Street. La società di San Francisco, specializzata nell'emergente segmento del buy-now, pay-later (Bnpl), ha registrato perdite nette per 128,2 milioni di dollari, pari a 48 centesimi per azione, contro i 35,4 milioni, e 17 centesimi, di utile di un anno prima. Gran parte del rosso è stato però generato dalle compensazioni legate all'Ipo di gennaio. Nei tre mesi i ricavi sono saliti da 153,3 a 261,8 milioni di dollari, contro i 224,4 milioni del consensus di FactSet. Affirm, che di recente ha annunciato un accordo con Amazon.com per i suoi servizi di Bnpl (pagamenti con un limitato numero di rate senza interessi), per l'attuale trimestre prevede ricavi compresi tra 240 e 250 milioni di dollari, contro i poco più di 230 milioni stimati dagli analisti.
Dave & Buster's Entertainment +4%. Il gestore di ristoranti che uniscono il format degli sports bar (locali in cui si possono seguire i principali eventi sportivi dal vivo) a quello delle video arcade (sale giochi) con la normale ristorazione ha comunicato per il secondo trimestre profitti netti per 52,8 milioni di dollari, contro il rosso di 58,6 milioni del pari periodo del precedente esercizio. Su base rettificata l'eps si è attestato a 1,07 dollari, a fronte di ricavi rimbalzati da 50,8 a 377,6 milioni di dollari (344,6 milioni nel secondo trimestre 2019). Il consensus di FactSet era invece per 58 centesimi e 358 milioni rispettivamente.
Sul fronte macroeconomico il Dipartimento del Lavoro ha comunicato che l'indice grezzo dei prezzi alla produzione ha evidenziato, nel mese di agosto, una crescita dello 0,7% su base mensile dopo una variazione positiva dell'1% nel mese precedente (consensus +0,5%). Su base annuale il PPI è cresciuto dell' 8,3% risultando superiore al consensus e alla rilevazione precedente, rispettivamente fissati su una crescita dell'8,2% e del 7,8%. L'indice core (esclusi energetici ed alimentari) è aumentato dello 0,6% su base mensile (consensus +0,6%) dal +1% della rilevazione precedente. Su base annuale, l'indice Core ha fatto segnare un incremento pari al 6,7%, superiore alla rilevazione precedente fissata al 6,2% e alle attese pari al 6,6%.
Ad agosto le scorte all'ingrosso hanno fatto segnare una variazione positiva dello 0,6% risultando pari alle attese e alla rilevazione precedente.

RV - www.ftaonline.com