Italgas: diciannovesimo trimestre di crescita consecutiva dal ritorno in Borsa

27/10/2021 08:33:54

Il Consiglio di Amministrazione di Italgas, riunitosi ieri sotto la presidenza di Alberto Dell'Acqua, ha approvato i risultati consolidati dei primi nove mesi e del terzo trimestre 2021.

Principali dati Highlight economici e finanziari consolidati:
• Ricavi totali: 1.005,7 milioni di euro (+2,8%)
• Margine Operativo Lordo (EBITDA): 749,0 milioni di euro (+4,9%)
• Utile operativo (EBIT): 430,6 milioni di euro (+7,3%)
• Utile netto adjusted attribuibile al Gruppo : 273,6 milioni di euro (+10,5%)
• Investimenti tecnici: 612,6 milioni di euro (+10,3%)
• Flusso di cassa da attività operativa: 533,7 milioni di euro (+21,0%)
• Indebitamento finanziario netto: 5.055,4 milioni di euro
• Indebitamento finanziario netto (esclusi gli effetti ex IFRS 16): 4.987,1 milioni di euro

ESG – indicatori principali di Scope I e Scope II
• 56.239 km di rete ispezionata (+14,3%)
• Emissioni fuggitive/gas immesso in rete: 0,092% (-4,1%)
• Emissioni fuggitive/km indagati: 105 Smc/km (-6,7%)
• km percorsi dalle auto operative: 32,091 milioni km (+15,3%)
• km percorsi con utilizzo di CNG dalle auto operative bifuel: 92%
• Grammi di inquinanti per km percorso dalla flotta auto: NOx (-5,6%), particolato (-22,6%)

Highlight operativi (comprensivi delle società partecipate):
• Comuni in concessione per il servizio di distribuzione gas: n. 1.898
• Numero di contatori attivi: 7,75 milioni
• Rete di distribuzione gas: circa 74.110 Km

Paolo Gallo, Amministratore Delegato di Italgas, ha così commentato:
"Il diciannovesimo trimestre di crescita consecutiva per Italgas dal ritorno in Borsa è la migliore dimostrazione di una Società che ha proseguito nel suo percorso di sviluppo e trasformazione – avviato nel 2017 – anche durante la più grave emergenza sanitaria che il mondo abbia conosciuto in epoca recente. Al 30 settembre 2021 abbiamo conseguito un EBITDA di 749 milioni di euro, in aumento del 5% circa rispetto allo stesso periodo del 2020, e un utile netto adjusted che cresce a doppia cifra del 10,5% e che si attesta a 273,6 milioni di euro, nonostante il perdurare degli effetti negativi della Delibera 570. Pur in un contesto macroeconomico e finanziario caratterizzato da una perdurante volatilità, abbiamo superato quota 610 milioni di euro di investimenti, per mantenere l'obiettivo del 2022: fare di Italgas la prima utility al mondo con un network completamente digitalizzato. In Sardegna abbiamo completato oltre l'80% del piano di metanizzazione dei bacini in concessione e, con l'entrata in esercizio del deposito costiero di Higas a Oristano, la catena di approvvigionamento del gas naturale è diventata ancora più efficiente e soprattutto conveniente per i consumatori, consentendo loro risparmi in bolletta (25% in media) che oggi compensano l'incremento del prezzo delle commodities. Da settembre il nostro orizzonte va al di là dell'Italia: siamo stati indicati quali "preferred bidder" nella gara per la privatizzazione di Depa Infrastructure in Grecia. Metteremo a disposizione di quel Paese il nostro know how e sosterremo il processo di decarbonizzazione attraverso reti native digitali, pronte in un futuro non lontano ad accogliere gas rinnovabili come biometano, idrogeno verde e metano sintetico.

RV - www.ftaonline.com