Piazza Affari incerta. FTSE MIB -0,08%

07/04/2021 18:03:27

Piazza Affari incerta al termine della seduta odierna. Il FTSE MIB segna -0,08%, il FTSE Italia All-Share -0,06%, il FTSE Italia Mid Cap -0,1%, il FTSE Italia STAR -0,24%.
BTP e spread poco mossi. Il rendimento del decennale segna 0,71% (chiusura precedente a 0,70%), lo spread sul Bund 102 bp (da 101) (dati MTS).
Circa due ore dopo l'apertura di Wall Street i principali indici americani sono in leggera flessione. L'EIA (Energy Information Administration) ha comunicato che negli USA alla fine della scorsa settimana le scorte di petrolio hanno fatto segnare un calo inatteso di 3,522 milioni di barili, a fronte di una flessione di 1,436 milioni attesa dagli analisti (settimana precedente: -0,879 milioni di barili).
A Milano settore lusso sotto pressione a Piazza Affari. Moncler -2,64%, Ferrari -0,51%, Tod's -2,14%, Salvatore Ferragamo -2,14%, Brunello Cucinelli -1,64%.
Bancari negativi: l'indice FTSE Italia Banche segna -0,7%. Banco BPM -0,86%, Unicredit -0,52%, BPER Banca -0,42%, Intesa Sanpaolo -0,11%.
Nexi +3,52% guadagna terreno in attesa della discussione oggi al Senato della mozione per l'abolizione del cashback. Fratelli d'Italia sta facendo pressioni in questo senso e le indiscrezioni circolate nelle scorse settimane riferivano di un orientamento del governo verso un'interruzione anticipata del piano di rimborsi (originariamente previsto al 30 giugno 2022). Secondo uno studio della European House Ambrosetti il cashback ha però effetti positivi: si stima un potenziale recupero di sommerso pari a 1,2 miliardi di euro, con un impatto addizionale sui consumi da 9,3 miliardi nel 2021 e 13,9 miliardi nel 2022. Il cashback è positivo per i ricavi di Nexi dato che stimola l'utilizzo della moneta elettronica per i pagamenti. Nexi è leader di mercato in Italia nel segmento dell'emissione di carte.
Azimut Holding +1,54%. Il Gruppo ha registrato nel mese di marzo 2021 una raccolta netta positiva per €943 milioni, raggiungendo così €9,4 miliardi da inizio anno. Nel primo trimestre del 2021, il Gruppo ha raccolto €2,5 miliardi al netto dell'acquisizione di Sanctuary Wealth, pari a 2.6x la raccolta netta registrata nello stesso periodo 2020. Il totale delle masse comprensive del risparmio amministrato a fine marzo si attesta per la prima volta nella storia del Gruppo a € 72,3 miliardi, raggiungendo il record di € 50,0 miliardi di masse gestite
Positiva Mediaset +2,02%: il Sole 24 Ore riferisce che il gruppo di Cologno Monzese è tra i potenziali acquirenti del gruppo francese Métropole Télévision, proprietario del canale tv M6 qualora ne fosse confermata la vendita. Il quotidiano indica in Citi l'advisor di Mediaset nell'operazione.
Alkemy +4,9% balza sui massimi da ottobre 2019 grazie all'annuncio dell'acquisto del 51% di XCC, società specializzata in soluzioni di Cloud Computing in ambito CRM. La società ha anche siglato un accordo d'investimento per rilevare il restante 49%.
Stabile Unieuro dopo che Iliad Italia ha annunciato l'acquisto di una partecipazione pari a circa il 12% del capitale sociale, diventando il primo azionista del distributore di elettronica. Le due società collaborano da due anni nella distribuzione di SIM dell'operatore telefonico attraverso le Simbox situate in 200 dei 500 punti vendita Unieuro. Ricordiamo che Iliad si appresta a entrare nel mercato della rete fissa di telefonia.

AC - www.ftaonline.com