0
Segnalibri
FTAOnline
Home :: Mercati :: Stellantis alleata di Amazon per l'auto digitale del futuro

Stellantis alleata di Amazon per l'auto digitale del futuro

di FTA Online Newspubblicato: 10 giorni fa

Auto sempre più digitale e tecnologica per rendere l'esperienza di guida connessa, personalizzata, sicura.  

L'alleanza tra Stellantis e Amazon potrebbe presto portare alla luce nuove soluzioni e nuovi software in grado di accelerare l’evoluzione digitale del gruppo dell'automotive, che ingloba FCA e PSA.

La collaborazione tra Amazon e Stellantis non è nuova ma ha già interessato Ferrari e la 500 Elettrica, sulla quale è stata installata l’assistente Alexa. 

Con questa tecnologia è possibile creare intelligenze artificiali personalizzate ed esperienze voice-driven. Con dei semplici comandi vocali il viaggiatore può navigare, riprodurre musica, ascoltare podcast, audiolibri e notizie, telefonare e molto altro ancora.

Stellantis guarda all'auto digitale del futuro

Il quarto costruttore mondiale dell’automotive sta già lavorando allo SmartCockpit, la nuova piattaforma per l'abitacolo digitale che sarà avviata nel 2024. Amazon aiuterà Stellantis nello sviluppo del software grazie al coinvolgimento di Amazon Device, Amazon Web Services e Amazon Last Mile.

Dal canto suo, dal 2018 Amazon ha comprato da Stellantis migliaia di veicoli commerciali leggeri per ottimizzare la logistica dell’ultimo miglio in Nord America e in Europa. I modelli forniti sono il Ram ProMaster, il Fiat Ducato e altri veicoli commerciali leggeri di Peugeot e Citroën.

Le prospettive su Stellantis sembrano dunque molto interessanti, anche nel medio lungo termine. Cosa ne pensano gli analisti?

Stellantis: le raccomandazioni degli analisti

All'inizio della settimana, gli analisti di Goldman Sachs hanno confermato il rating buy sul titolo con target price a 26 euro. Kepler Cheuvreux ha rivisto al rialzo il target price da 27 euro a 30 euro confermando il giudizio "buy".

Stellantis: occasione buy?

Stellantis ha superato con forza la trend line tracciata dai massimi estivi del 13 agosto a 18,74 euro riaffacciandosi su questi livelli. La rottura di quest'area permetterebbe di archiviare la correzione e di riattivare l'uptrend partito nel 2020 in direzione di target a 20,60 euro circa (resistenza intermedia a 19,60). A supportare queste prospettive, il return move degli ultimi giorni verso 17,80, per un test dall'alto della trend line citata. La permanenza sopra questo elemento permetterebbe quindi di continuare a sponsorizzare lo scenario rialzista. Sotto 17,70 atteso invece il test di 16,80, media esponenziale a 100 giorni.

Argomenti

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter via e-mail per ricevere aggiornamenti sulle Ultime Notizie, i Tutorial e le Offerte Speciali!

Autorizzazione Marketing
Autorizzo l'utilizzo delle informazioni che ho fornito ai fini di ricevere via e-mail notizie, aggiornamenti ed informative marketing.
Cancellazione e politica sulla privacy