Forex

Flash Mercati

Future sugli indici azionari europei deboli (rispetto ai prezzi segnati in corrispondenza della chiusura dei sottostanti alle 17:30 della seduta precedente): Euro Stoxx 50 -0,2%, FTSE 100 -0,2%, DAX -0,1%, FTSE MIB -0,3%. Le chiusure dei principali indici nella seduta precedente: EURO STOXX 50 -0,24%; Londra (FTSE 100) -0,05%; Francoforte (DAX) -0,05%; Parigi (CAC 40) +0,09%; Madrid (IBEX 35) -0,65%, Milano (FTSE MIB) -0,31%.

Asia-Pacific contrastata. A Tokyo Nikkei 225 perde lo 0,35%

Dopo una chiusura d'ottava segnata da nuovi massimi storici per i tre principali indici di Wall Street (migliore performance quella del Dow Jones Industrial Average, apprezzatosi dello 0,56% venerdì), la tendenza si è fatta maggiormente contrastata con l'avvio della nuova settimana in Asia. Nonostante il comunque positivo dato sulla bilancia commerciale di Pechino, gli investitori restano cauti per i possibili ulteriori stop alla produzione in Cina a causa delle misure di contenimento della pandemia, che potrebbero frenare anche i consumi.

Flash Mercati

Future sugli indici azionari europei appena sotto la parità (rispetto ai prezzi segnati in corrispondenza della chiusura dei sottostanti alle 17:30 della seduta precedente): Euro Stoxx 50 -0,1%, FTSE 100 -0,1%, DAX -0,1%, FTSE MIB -0,1%. Le chiusure dei principali indici nella seduta precedente: EURO STOXX 50 +0,69%; Londra (FTSE 100) +0,33%; Francoforte (DAX) +0,15%; Parigi (CAC 40) +0,76%; Madrid (IBEX 35) +1,01%, Milano (FTSE MIB) +1,00%.

Asia-Pacific in negativo. A Tokyo Nikkei 225 perde lo 0,61%

Dopo una seduta contrastata per Wall Street (in negativo dei tre principali indici newyorkesi il solo Dow Jones Industrial Average, deprezzatosi di appena lo 0,09% giovedì, a fronte dei nuovi massimi storici segnati da S&P 500 e Nasdaq), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è stata complessivamente di arretramento. Principale fattore ribassista sono ancora i timori sulla tenuta dell'immobiliare cinese.

Flash Mercati

Future sugli indici azionari europei incerti (rispetto ai prezzi segnati in corrispondenza della chiusura dei sottostanti alle 17:30 della seduta precedente): Euro Stoxx 50 -0,0%, FTSE 100 -0,3%, DAX -0,1%, FTSE MIB +0,2%. Le chiusure dei principali indici nella seduta precedente: EURO STOXX 50 +0,55%; Londra (FTSE 100) +0,43%; Francoforte (DAX) +0,44%; Parigi (CAC 40) +0,53%; Madrid (IBEX 35) +0,10%, Milano (FTSE MIB) +0,53%.

Eur/Usd accelera al ribasso verso i minimi di ottobre

EUR/USD ripiega velocemente all'indomani della decisione della Fed di avviare il tapering a partire da dicembre, con una progressiva riduzione degli acquisti per complessivi 15 miliardi (10 miliardi in Treasury e 5 miliardi in mortgage backed security). Se tale ritmo verrà confermato il piano di stimolo verrà di fatto esaurito per luglio 2022. Per la moneta unica non c'è stato scampo e dopo aver fallito il confronto con la forte resistenza a 1,1690, trend line tracciata dai massimi di giugno, è scivolata fino a 1,1533 in direzione dei minimi di ottobre a 1,1525.

CC - www.ftaonline.com

Asia in rialzo grazie alla Fed. Nikkei 225 guadagna lo 0,93%

Dopo un'altra seduta in positivo per Wall Street (migliore dei tre principali indici newyorkesi, tutti su nuovi massimi storici, il Nasdaq, apprezzatosi dell'1,04% mercoledì), la tendenza è stata confermata alla riapertura degli scambi in Asia. Principale fattore rialzista la decisione del Federal Open Market Committee (Fomc, la commissione della Federal Reserve che si occupa di politiche monetarie) che, come previsto, non è intervenuta sul costo del denaro ma ha annunciato l'avvio del tapering in dicembre. Il programma di stimolo della Fed dovrebbe essere azzerato entro luglio 2022.

Pages

Subscribe to RSS - Forex