Politica

La Repubblica, La Stampa, Huffington Post: reazioni ai cambiamenti al vertice

Il direttore del quotidiano la Repubblica (gruppo Gedi Editoriale) Carlo Verdelli viene sostituito da Maurizio Molinari (già direttore de La Stampa, sempre del gruppo Gedi) e in contemporanea Massimo Giannini passa alla direzione de La Stampa. Mattia Feltri va infine alla direzione di Huffington Post al posto di Lucia Annunziata.

Consiglio UE: Conte plaude al Fondo per la Ripresa, Lega e FI bocciano il governo

"Tutti e 27 Paesi hanno accettato, abbiamo accettato, di introdurre per reagiere a questa crisi sanitaria economica e sociale un recovery fund, un fondo per la ripresa con titoli comuni europei, che andrà a finanziare tutti i Paesi più colpiti da questa crisi, fra cui l'Italia, ma non solo l'Italia.

Bancari in netto ribasso su delusione Consiglio Europeo

Bancari in netto ribasso dopo il balzo di ieri in scia al deludente esito del Consiglio Europeo: non e' arrivato a decisioni operative, dando mandato alla Commissione europea di avviare in futuro il "recovery fund" basato sul bilancio europeo dal 2021. L'indice FTSE Italia Banche segna -2,2%. Sotto pressione BPER Banca -2,7%, UniCredit -2,8%, Mediobanca -2,5%, Intesa Sanpaolo -2,0%.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

Piazza Affari accelera al ribasso nel finale. Spread in accelerazione. FTSE MIB -3,59%

Piazza Affari accelera al ribasso nel finale. Spread in accelerazione. FTSE MIB -3,59%.


Mercati azionari europei pesantemente negativi. Wall Street in forte ribasso: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -3,2%, NASDAQ Composite -3,8%, Dow Jones Industrial -2,6%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -3,59%, il FTSE Italia All-Share a -3,28%, il FTSE Italia Mid Cap a -1,28%, il FTSE Italia STAR a -0,89%.

Italia, Conte illustra al Senato la strategia della Fase 2

Il premier Giuseppe Conte sta illustrando al Senato la strategia per il graduale riavvio delle attività produttive e commerciali in Italia dal prossimo 4 maggio.La strategia prevede, tra l'altro il distanziamento sociale, l'accento sui dispositivi di protezione individuale (DPI) fino a che non saranno disponibili delle terapie e un vaccino adeguati.

Piazza Affari in deciso ribasso, petroliferi sotto pressione. Sale lo spread. FTSE MIB -2,4%

Piazza Affari in deciso ribasso, petroliferi sotto pressione. Sale lo spread. FTSE MIB -2,4%.


Il FTSE MIB segna -2,4%, il FTSE Italia All-Share -2,2%, il FTSE Italia Mid Cap -1,3%, il FTSE Italia STAR -1,3%.

BTP e spread in peggioramento.
Il rendimento del decennale segna 2,03% (chiusura precedente a 1,99%), lo spread sul Bund 253 bp (da 244) (dati MTS).

Mercati azionari europei in forte ribasso: Euro Stoxx 50 -3,1%, FTSE 100 -2,4%, DAX -3,3%, CAC 40 -3,0%, IBEX 35 -2,3%.

Leonardo in forte ribasso, Profumo confermato AD, Carta nuovo presidente

Leonardo, -4,8% a 6,2580 euro, in forte ribasso. Ieri il governo ha depositato le liste per il rinnovo dei cda di Leonardo, Poste Italiane, Enel, ed Eni. Confermati tutti gli amministratori delegati: Alessandro Profumo per Leonardo, mentre per la carica di presidente è stato indicato Luciano Carta (al posto di Giovanni De Gennaro). Equita considera positiva la conferma di Profumo (peraltro attesa) e ribadisce la raccomandazione buy sul titolo con target a 12,50 euro.

SF - www.ftaonline.com

Piazza Affari in verde, bene DiaSorin, industriali e calcio. Scende Eni. Sale lo spread. FTSE MIB +0,4%

Piazza Affari in verde, bene DiaSorin, industriali e calcio. Scende Eni. Sale lo spread. FTSE MIB +0,4%.


Il FTSE MIB segna +0,4%, il FTSE Italia All-Share +0,5%, il FTSE Italia Mid Cap +1,1%, il FTSE Italia STAR +1,1%.

BTP e spread in peggioramento.
Il rendimento del decennale segna 1,91% (chiusura precedente a 1,82%), lo spread sul Bund 238 bp (da 230) (dati MTS).

Mercati azionari europei in verde: Euro Stoxx 50 +0,5%, FTSE 100 +0,4%, DAX +0,5%, CAC 40 +0,3%, IBEX 35 -0,4%.

FCA brillante nonostante i dati sulle immatricolazioni

Sale FCA +5,1% nonostante i dati sulle immatricolazioni in Europa a marzo. A fronte di un -51,8% a/a del mercato, il Lingotto ha fatto segnare un pesante -74,4% a/a. E' però doveroso ricordare che in Italia il lockdown è partito l'11 marzo, prima che nel resto del continente, quindi gli effetti sulle vendite di automobili nel nostro Paese sono stati maggiori (e FCA ne ha subito le conseguenze).

Pages

Subscribe to RSS - Politica