Analisi Pillole Italia (API)

Atlantia guadagna terreno

Atlantia guadagna terreno e si avvicina al massimo di inizio aprile a 14,37 euro, limite oltre il quale il titolo potrebbe attaccare la neckline del testa e spalle ribassista formatosi sin da fine 2016, attualmente a 14,70-14,80, ed eventualmente proiettarsi verso 16,30. Segnali ribassisti sotto 11,80, prologo a un test di 10,65 e al rischio di ritorno sui minimi allineati del 2009-2012 a 8,30-9,00.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

Azimut Holding ancora in grado di prolungare il rimbalzo

Azimut Holding poco mossa ma ancora in grado di prolungare il rimbalzo partito a fine marzo: conferme in tal senso oltre il recente massimo in area 15 euro, con primo obiettivo sul gap ribassista lasciato il 9/3 a 16,4850 e successivo a 17,4550 (gap del 6/3). Sotto 13,20 probabile test di 12,20/12,30, supporto decisivo per scongiurare il rischio di ritorno sul minimo del 23/3 a 10,2650.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

Banca Generali prolunga la correzione

Banca Generali prolunga la correzione partita la settimana precedente e si avvicina ai supporti a 19,70/19,80 euro: un'eventuale rottura anticiperebbero un test di 17,90 e il possibile ritorno sul minimo del 23 marzo a 16,46. Primi segnali positivi sopra 21, mentre il superamento di 22,20 preannuncerebbe un attacco al recente massimo a 23,92 e la chiusura del gap lasciato a inizio marzo a 24,34.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com

S.S. Lazio prolunga il rimbalzo

S.S.Lazio (+5,34%) estende la reazione fino a 1,36 circa, a contatto con la trend line che sale dai minimi di metà 2017, ora resistenza, e non distante dal 50% di ritracciamento del ribasso dai top di febbraio. Conferme al di sopra di quota 1,47, lato alto del gap del 9 marzo, rappresenterebbero il primo passo per una inversione della tendenza ribassista degli ultimi due mesi, per target a 1,62 circa. Discese sotto 1,10 vanificherebbero invece i recenti sforzi prospettando cali verso quota 1.

CC - www.ftaonline.com

Servizi Italia torna sui livelli di fine febbraio

Servizi Italia (+8,24%) balza in avanti e torna sui livelli di fine febbraio a 2,94/2,95 euro, creando i presupposti per un recupero in direzione di 3,10, trend line che scende dai top del 2019. L'arrivo su questo livello, unito all'ipercomprato presente sui principali oscillatori grafici, rischia tuttavia di frenare le ambizioni di crescita. L'eventuale violazione di 2,40 anticiperebbe un test di 2,20, ultimo appiglio per scongiurare il ritorno sui minimi di marzo a 1,90 circa.

Fincantieri supera ostacoli tenaci

Fincantieri (+2,86%) balza oltre la duplice resistenza a 0,62 circa, media mobile a 50 giorni e quota pari al 50% di ritracciamento del ribasso dai top di febbraio, segnalando di possedere energie sufficienti per allungarsi verso obiettivi a 0,68, poi fino a 0,79/0,81, base/lato alto del gap del 24 febbraio. Il ritorno perentorio sotto quota 0,62 comprometterebbe tali attese anticipando cali verso 0,51 ed eventualmente anche al di sotto dei minimi recenti, a 0,39 euro, fino ai bottom del 2016 a 0,26 circa.

CC - www.ftaonline.com

Sotto la lente dell'analisi tecnica

La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).

Atlantia

Eurotech rimbalza ma non supera i primi ostacoli

Balzo avanti per Eurotech (+2,53%) rimbalza sfruttando la trend line che sale dai minimi di marzo a 6 euro circa, senza però riuscire a inviare segnali di conferma. Oltre 6,50 euro possibile miglioramento verso 7,33 circa, trend line che sende dai top dello scorso autunno. Sotto 6 euro rischio di deterioramento della struttura di breve verso almeno 5 euro.

CC - www.ftaonline.com

Il Punto sui Mercati

Piazza Affari in verde dopo l'annuncio da parte della Bce di garantire ulteriore flessibilità di funding alle banche fino a settembre 2021, accettando come collateral bond con rating fino a BB. Il Ftse mib sale dello 0,63%, il Ftse Italia All Share dello 0,53% mentre il Ftse Italia Star scende dello 0,22%.

Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 23 aprile:

Atlantia

BPER Banca rimbalza dopo test dei minimi di marzo

BPER Banca (+5%) tenta di allontanarsi dai supporti a 2,10 circa, dopo aver avvicinato nelle ultime sedute i minimi di marzo. La tenuta di questo supporto e il superamento di area 2,57/2,60 favorirebbero il test del picco di marzo a 2,89, oltre il quale verrebbero dispiegati gli effetti del doppio minimo in formazione nell'ultimo mese. Sotto 2,10 rischio di riattivazione del downtrend verso target negativi a 1,85/1,90 almeno.

CC - www.ftaonline.com

Pages

Subscribe to RSS - Analisi Pillole Italia (API)