Analisi Pillole Italia (API)

Esprinet a metà strada dai massimi di settembre

Esprinet (+3,71%) ha recuperato metà di quanto lasciato sul campo nella discesa subita a settembre. Il titolo dovrà tuttavia riportarsi al di sopra della media mobile a 100 giorni, coincidente con il 61,8% di ritracciamento calcolato dai top estivi, per inviare segnali di miglioramento. Diversamente non si potranno escludere nuovi cali sotto 4,77 e verso 4,558, minimi di luglio.

Nuovi record per Retelit

Retelit (+3,35%) prolunga il rally accelerando oltre i record di febbraio 2014 a 0,7985. Dopo aver toccato un nuovo massimo a 0,808 il titolo potrebbe ora puntare al test a 0,85 circa del lato superiore dell'ampio canale che contiene i prezzi dai minimi del 2009. Target intermedio a 0,8350, limite superiore di un canale di più recente origine, quello che sale dai minimi annuali. Il trend resterà orientato al rialzo fintanto che i supporti a 0,7135 resteranno intatti. Sotto questo riferimento possibile assistere a una pausa correttiva.

Tenaris punta verso i top annuali

Tenaris (+1,26%) prolunga la reazione messa a segno la scorsa ottava dai supporti a 11,20 circa fino al test a 12,85 circa della linea che unisce i massimi di luglio a quelli di agosto. La rottura di questo ostacolo permetterebbe di ambire al test di obiettivi a 13,45 e successivamente fino a 13,70. Solo nel caso di perentorio ritorno sotto area 12 verrebbero vanificati i recenti sforzi e i prezzi potrebbero capitolare anche sotto 11,07 euro, minimi di agosto.

Brembo all'attacco dei record di giugno

Brembo (+1,77%) prova ad allungarsi oltre i record di giugno a 54,9 euro e raggiunge quota 55,15, salvo poi tornare sui propri passi. L'ascesa viene infatti bloccata dal lato superiore del canale che contiene le oscillazioni dai minimi di metà agosto, i cui riferimenti si collocano attualmente a 51,90 e 55,15. La rottura del limite superiore del canale permetterebbe di ambire a target più ambiziosi in area 56,30 e 60 circa. Sotto area 51,90 rischio invece di approfondimenti verso area 50,20, la cui tenuta sarà determinante per garantire la realizzazione di tali prospettive.

Tod's inizia la settimana all'insegna del ribasso

Tod's inizia la settimana all'insegna del ribasso, i prezzi scendono fino a quota 45,90 dopo aver terminato venerdi' a 46,99 euro. Goldman Sachs in un recente studio sul mercato del lusso ha detto di attendersi nel periodo 2017-2018 profitti lordi in crescita del 15-20% per Lvmh e per Moncler mentre nello stesso periodo si attende un declino per Prada, Tod's, Hugo Boss, Richemont e Swatch. Dopo i recenti dati trimestrali sono stati molti i broker che si sono dimostrati prudenti su Tod's.

Beni Stabili: incoraggianti segnali grafici

Corposo rialzo ieri per Beni Stabili con il titolo che invia incoraggianti segnali grafici. Le quotazioni hanno infatti oltrepassato la resistenza statica a 0,54 euro e quella dinamica rappresentata dalla linea ribassista tracciata dal massimo di inizio agosto. L'eventuale superamento di 0,5650 lancerebbe definitivamente i prezzi verso il picco dell'1/8 a 0,5940. Oltre questo ultimo ostacolo probabili estensioni verso 0,63 e 0,67, massimi allineati visti tra marzo e giugno.

Pages

Subscribe to RSS - Analisi Pillole Italia (API)