Analisi Varie Estero (AVE)

Piazze cinesi in frenata. Hang Seng in flessione dello 0,86%

In una seduta complessivamente in negativo per i mercati dell'Asia (a Tokyo il Nikkei 225 ha perso lo 0,77%), le piazze cinesi registrano una decisa frenata. Alla fine Shanghai Composite e Shanghai Shenzhen Csi 300 segnano infatti cali dell'1,09% e dell'1,74% rispettivamente, contro la flessione del 2,13% dello Shenzhen Composite. Male anche Hong Kong: l'Hang Seng perde infatti lo 0,86% (fa poco peggio l'Hang Seng China Enterprises Index, sottoindice di riferimento nell'ex colonia britannica per la Corporate China, deprezzatosi dello 0,93%).

Cina: trasporto ferroviario di merci cresciuto del 12% annuo

Secondo quanto comunicato da China State Railway Group, il trasporto ferroviario di merci è cresciuto del 12% annuo nel primo trimestre in Cina, a 920 milioni di tonnellate. Nel periodo i treni merci tra Cina ed Europa hanno compiuto 3.345 viaggi, trasportando 317.000 Teu (unità equivalente a venti piedi, misura standard dei container corrispondente a circa 38 metri cubi), per un rimbalzo del 79% annuo.

RR - www.ftaonline.com

Taiwan: a marzo rimbalzo del 27,1% annuo per le esportazioni

Secondo quanto comunicato dal ministero delle Finanze di Taipei, in marzo le esportazioni da Taiwan hanno registrato un rimbalzo del 27,1% annuo, in decisa accelerazione rispetto alla crescita del 9,7% di febbraio (36,8% il progresso di gennaio). Il dato, ampiamente superiore al 10,5% del consensus, segna il nono mese consecutivo di espansione. L'import è invece salito del 27,0% annuo, contro il 5,7% precedente (29,9% il rialzo di gennaio) e il 12,0% atteso dagli economisti.

Borse europee deboli

Le principali Borse europee hanno aperto la prima seduta della settimana deboli. L'indice Stoxx 600 cede lo 0,2%, il Cac40 di Parigi lo 0,1%, il Ftse100 di Londra lo 0,3% e l'Ibex35 di Madrid lo 0,3%. Piatto il Dax30 di Francoforte.
In attesa dell'avvio della tornata di trimestrali per la Corporate America, sui mercati prevalgono ancora i timori legati al Covid-19 dopo che Pechino ha ammesso la bassa efficacia del suo vaccino.
Tra i titoli in evidenza Suez +6%. Veolia (+5%) ha raggiunto un accordo per l'acquisto della rivale al prezzo di 20,50 euro per azione.

Microsoft vicina all'acquisizione di Nuance per 16 miliardi

Microsoft sarebbe vicina all'acquisizione di Nuance Communications. Secondo fonti citate da Bloomberg, Redmond avrebbe pronta un'offerta di 56 dollari per azione, pari a un premio del 23% rispetto alla chiusura del titolo venerdì al Nasdaq e per una valutazione dell'azienda del Massachusetts (specializzata in intelligenza artificiale e riconoscimento vocale) di circa 16 miliardi di dollari. Si tratterebbe della seconda più ricca operazione di sempre per Microsoft, dietro solo al takeover da oltre 26 miliardi di dollari di LinkedIn nel 2016.

RR - www.ftaonline.com

Dow Jones Industrial, l'analisi dei singoli titoli

Dow Jones Industrial, l'analisi dei singoli titoli.

Ultima variazione per 3M pari a: 1.16%. Performance da inizio anno: 13.28%. Ultima chiusura a 198 dollari. L'ultimo segnale del sistema esperto per oggi suggerisce una possibilita' di rialzo. Il segnale precedente quello odierno era di rialzo. Il target per la strategia attiva è posto a 200.573, lo stop loss a 193.698 dollari. +++++

Cina: balzo del 48,8% annuo per la produzione di smartphone

Secondo quanto comunicato dal ministero di Industria e Information Technology di Pechino, i ricavi del manifatturiero di elettronica e It sono rimbalzati in Cina del 55,8% annuo nei primi due mesi del 2021 (il dato si riferisce ad aziende con un fatturato annuo di almeno 20 milioni di yuan, pari a 2,56 milioni di euro). Nel periodo la produzione di smartphone è cresciuta del 48,8% annuo, contro il balzo del 79,8% per quanto riguarda i circuiti integrati.

RR - www.ftaonline.com

Per Total accordo su progetto in Uganda da oltre 10 miliardi

Total ha annunciato la firma di un accordo in Uganda per un progetto petrolifero da oltre 10 miliardi di dollari. "È uno sviluppo molto ampio, uno dei più grandi che verrà realizzato nel continente", ha sottolineato il chief executive Patrick Pouyanne. La big oil transalpina da parte sua investirà 5,1 miliardi di dollari e, dopo avere acquistato nel 2020 anche le quote che facevano capo a Tullow Oil, detiene il 57% d'interesse nei giacimenti di Tilenga e Kingfisher e una partecipazione rilevante anche nei previsti 1.443 chilometri di oleodotto che faranno parte del progetto di Lake Albert.

Pages

Subscribe to RSS - Analisi Varie Estero (AVE)