Borse europee positive

23/02/2021 09:38:10

Le principali Borse europee hanno aperto la seduta in rialzo in attesa dell'intervento del numero uno della Fed Jerome Powell al Senato Usa. L'indice Stoxx 600 guadagna lo 0,2%, il Dax30 di Francoforte lo 0,2%, il Cac40 di Parigi lo 0,3%, il Ftse100 di Londra lo 0,5% e l'Ibex35 di Madrid lo 0,4%.
Tra i titoli in evidenza Aviva +1%. L'assicuratore britannico ha comunicato di avere raggiunto l'accordo per la vendita di Aviva France ad Aéma Groupe per 3,2 miliardi di euro in contanti (cifra che comprende 1,1 miliardi di debito della divisione transalpina). Aviva ha sottolineato come l'operazione rappresenti un passo significativo nella strategia di focalizzazione delle attività sui mercati di Gran Bretagna, Irlanda e Canada.
Adidas +0,5%. Credit Suisse ha alzato il rating sul titolo del gruppo dell'abbigliamento sportivo a "neutral" da ""underperform".
Covestro +3%. L'ex divisione MaterialScience di Bayer ha comunicato per il quarto trimestre 2020 il rimbalzo dei profitti netti da 37 a 312 milioni di euro. Covestro ha registrato nei tre mesi un ebitda più che raddoppiato da 278 a 637 milioni di euro, a fronte di vendite in crescita del 5,0% annuo (4,7% in volume) a 3,01 miliardi. Il consensus di Vara Research era per 304 milioni di profitti, 643 milioni di ebitda e 3,07 miliardi di ricavi. Comunicato anche l'aumento del dividendo a 1,30 euro per azione dagli 1,20 euro del 2019.
Sul fronte macroeconomico nel Regno Unito l'ONS (Ufficio Nazionale di Statistica) e l'ILO (International Labour Organization) rendono noto che nel trimestre ottobre-dicembre il tasso di disoccupazione si e' attestato al 5,1%, pari al consensus (pari a 5,1%) ma in crescita rispetto alla rilevazione precedente, fissata al 5%. A gennaio il numero di persone che hanno richiesto sussidi di disoccupazione e' diminuito di 20.000 unita' (le aspettative erano fissate su un incremento di 35.000 unità). Nel mese di dicembre le persone che hanno richiesto sussidi erano diminuite di 20.400 unita'.
L'ONS (Ufficio Nazionale di Statistica) e l'ILO (International Labour Organization) hanno comunicato che nel trimestre ottobre-dicembre l'Indice di retribuzione media con bonus è cresciuto del 4,7% risultando superiore alla rilevazione precedente (+3,7%) e alle attese fissate al +4,1%. Lo stesso indice, calcolato escludendo i bonus, e' cresciuto del 4,1% (consensus +4%), da +3,6% della rilevazione precedente.

RV - www.ftaonline.com