FTAOnline
Home :: Editoriali :: Oro e argento tornano d'attualità?

Oro e argento tornano d'attualità?

di Alessandro Magagnolipubblicato:

La debolezza del dollaro e il calo dei tassi reali favoriscono una ripresa di oro e argento. Quali sono i livelli da monitorare? E i prossimi target?

Oro e argento, saldo 2022 deludente

Nel corso degli ultimi mesi i prezzi dell'oro e dell'argento non hanno performato bene, ad ottobre per adesso la perdita dell'oro è stata dello 0,65% mentre l'argento ha guadagnato l'1,12%, a settembre invece l'oro ha perso il 2,93%, l'argento aveva guadagnato il 5,73%.

Il risultato da inizio anno è rispettivamente di un -9,8% e di un -17,5%.

Oro bene rifugio?

Questi due metalli preziosi, in particolare l'oro, hanno una funzione di bene rifugio, quindi anche di protezione ad un incremento dell'inflazione, ma tendono ad essere privilegiati rispetto ad altre asset class quando i rendimenti reali sono in calo, e non quando aumentano, come accaduto fino a pochi giorni fa.

Adesso che i rendimenti reali stanno scendendo potrebbe però essere il momento di tornare ad interessarsi di questi due strumenti, anche perchè il loro quadro grafico è promettente.

Dollar Index su forte resistenza

Non bisogna poi dimenticare che entrambi hanno una correlazione invece nei confronti del dollaro. Il Dollar Index, dopo una cavalcata rialzista durata molti mesi, sembra aver trovato in area 114,00/114,50 un possibile punto di arrivo (lato alto del canale crescente disegnato dai minimi del 2011) e potrebbe avviare ora una flessione, permettendo una ripresa dei prezzi delle commodity e dei metalli preziosi.

Oro, figura rialzista in formazione

Nel caso dell'oro è visibile una potenziale figura rialzista in formazione da fine settembre, un "doppio minimo" con base a 1615 dollari circa.

La figura verrebbe completata con il superamento del picco del 4 ottobre a 1730 circa e proietterebbe in quel caso obiettivi verso i 1840/50 dollari. Un primo segnale incoraggiante verrebbe già al superamento di 1681, minimo del 21 luglio.

Solo discese nuovamente al di sotto di area 1615 rovinerebbero la festa ai rialzista facendo temere ribassi fino in area 1550 almeno.

Argento, segnali di forza sopra 21,24 dollari

Nel caso dell'argento è possibile notare che i prezzi si sono mossi a partire dai massimi di inizio 2021 all'interno di un canale ribassista (coppia di linee parallele che contiene le oscillazioni dei prezzi).

La linea inferiore del canale è stata messa sotto pressione più volte, l'ultimo test risale al minimo del 21 ottobre a 18,28 circa, ma si è sempre dimostrata un valido supporto. Le oscillazioni attorno alla linea hanno formato a partire da luglio una fase laterale che potrebbe fornire la base per un tentativo di rimbalzo.

Questa ipotesi troverebbe conferma oltre il picco del 4 ottobre a 21,24 dollari. Target in quel caso in area 25 dollari, sul lato alto del canale.

Sotto i 18 dollari potrebbe invece realizzarsi un calo verso i 15 dollari.

Programma dei video

« dicembre 2022»
lun
mar
mer
gio
ven
sab
dom

Registrati alla newsletter

Una volta alla settimana ti invieremo gli articoli più interessanti, le notizie più importanti che abbiamo appena pubblicato!


Approva il trattamento dei dati
Cancellazione e politica sulla privacy