Banco BPM e BPER Banca presto a nozze?

Banco BPM e BPER Banca presto a nozze?

Banco BPM e BPER Banca sotto i riflettori grazie alle indiscrezioni di La Stampa secondo cui BPM è al lavoro con Unipol (principale azionista di BPER con il 18,9% del capitale) per definire la governance del gruppo che nascerebbe dall'aggregazione delle due banche. Il via ai lavori per realizzare l'operazione potrebbero partire nella seconda parte dell'anno, dopo il completamento dell'integrazione degli sportelli ex UBI Banca acquisiti dall'istituto emiliano.

Il Sole 24 Ore aggiunge che, nel caso in cui l'integrazione andasse in porto, Unipol potrebbe diventare in futuro il partner assicurativo di BPM: quest'ultima, sempre secondo il Sole, sta trattando con gli attuali partner Cattolica Assicurazioni e Covea per allineare le scadenze degli accordi attuali per poter essere eventualmente pronta in futuro a un cambio radicale.

Lo scorso 9 febbraio Giuseppe Castagna, Ceo di Banco BPM, nel corso della conference call sui risultati, aveva dichiarato che l'obiettivo è quello di "raggiungere un accordo che vada a beneficio degli azionisti di entrambi gli istituti" ma che per il momento è ancora in una fase "molto preliminare".

Carlo Cimbri, Ceo di Unipol, il 12 febbraio in occasione della conference call sui risultati aveva dichiarato "Bper oggi è impegnata in una fase di discontinuità", la migrazione del portafoglio clienti che acquisisce da Ubi Banca "una fase straordinaria, che sicuramente caratterizzerà il lavoro di Bper per tutto l'anno". Poi Cimbri aveva aggiunto "Noi come azionisti di Bper siamo aperti a qualunque ipotesi che crei valore e che corrisponda agli interessi industriali del gruppo Unipol" dal momento che "non siamo solo un socio finanziario, ma anche industriale". 

Alessandro Vandelli, Ad di BPER, il 3 febbraio aveva aggiunto "Stiamo finalizzando una significativa acquisizione di sportelli di Ubi Banca da Intesa Sanpaolo. Questo è il deal più importante per Bper e ora abbiamo aumentato il nostro presidio a livello nazionale. Siamo aperti ad altri potenziali M&A" aggiungendo poi "Dopo questa operazione se ci saranno le condizioni valuteremo altri potenziali deal". 

Al momemto Banco BPM cede lo 0,6% circa a 2,126 euro, BPER Banca invece lascia sul terreno l'1,18% a 1,80 euro.