Piazza Affari peggiore in Europa. Vendite su bancari e Telecom. FTSE MIB -0,4%

08/04/2021 15:08:52

Piazza Affari peggiore in Europa. Vendite su bancari e Telecom. FTSE MIB -0,4%.


Il FTSE MIB segna -0,4%, il FTSE Italia All-Share -0,4%, il FTSE Italia Mid Cap -0,4%, il FTSE Italia STAR -0,3%.

BTP e spread in miglioramento. Il rendimento del decennale segna 0,66% (chiusura precedente a 0,69%), lo spread sul Bund 99 bp (da 101) (dati MTS).

Mercati azionari europei in verde:
EURO STOXX 50 +0,3%, FTSE 100 +0,4%, DAX +0,2%, CAC 40 +0,3%, IBEX 35 -0,2%.

Circa mezz'ora prima dell'apertura di Wall Street i principali indici americani sono positivi: S&P 500 +0,3%, NASDAQ 100 +0,8%, Dow Jones Industrial -0,1%.

Seduta decisamente negativa per i bancari. L'indice FTSE Italia Banche segna -1,8%, l'EURO STOXX Banks -1,5%. A Milano Unicredit -3,2%, Banco BPM -2,5%, Mediobanca -1,9%.

Telecom Italia -2,0% in rosso dopo il vivace scambio di battute tra l'a.d. Luigi Gubitosi e il presidente di Open Fiber Franco Bassanini in un convegno organizzato da Fratelli d'Italia. Bassanini ha ribadito la necessità che la rete unica in banca larga non costituisca un "ritorno a un monopolio verticalmente integrato". Gubitosi ha criticato i numeri di Open Fiber sulla copertura delle aree bianche. Un clima non favorevole al progetto di integrazione delle reti dei due operatori in AccessCo. Segnaliamo inoltre le parole del co-CEO di DAZN, James Rushton, che ha aperto alla possibile quotazione in borsa dell'OTT. Telecom ha un accordo di partnership tecnologica con DAZN sui diritti tv della Serie A e in caso di quotazione è probabile che gli investitori istituzionali dirotterebbero parte dell'esposizione da Telecom a DAZN.

Atlantia +3,2% accelera al rialzo e tocca i massimi da febbraio nel giorno del cda convocato per effettuare un esame preliminare della nuova offerta del consorzio guidato da CDP per l'88% di Autostrade. La proposta conferma la valutazione di 9,1 miliardi di euro per il 100% ma migliora l'entità della richiesta di copertura dei possibili indennizzi derivanti dai ricorsi legali, portandola da 1,5 miliardi di euro a 870 milioni. Il Ministro delle infrastrutture e della mobilita' sostenibili, Enrico Giovannini, ha dichiarato oggi a Radio 24 che le trattative sono entrate in una fase decisiva. La situazione si è ulteriormente complicata dopo le parole del presidente della spagnola Acs, Florentino Perez: ha aperto alla possibilità di creare un polo autostradale europeo con Autostrade, forte della compartecipazione con Atlantia in Abertis. Si prospetterebbe quindi un'opzione alternativa alla vendita a CDP e soci, ipotesi favorevole ad Atlantia.

Saipem in netto rialzo (+3,8%
a 2,40 euro). Mediobanca conferma il giudizio outperform e incrementa il target da 2 a 3 euro. Gli analisti puntano sul coinvolgimento del gruppo nei processi di transizione energetica: soprattutto l'eolico offshore e la cattura del carbonio stanno acquisendo maggiore rilevanza tra le attività del gruppo.

De' Longhi +2,3% tocca a 36,78 euro il nuovo massimo storico dopo la notizia del perfezionamento di emissione e collocamento di titoli obbligazionari a 20 anni unsecured non convertibili presso investitori istituzionali statunitensi per l'importo di 150 milioni di euro. L'operazione si innesta nell'ambito della strategia di allungamento della durata media effettiva del portafoglio di debito di Gruppo e per approfittare di condizioni di mercato molto favorevoli: gli interessi dalla data di sottoscrizione sono pari a un tasso fisso dell'1,18%.

Avio +8,8% a 13,84 euro balza sui massimi dallo scorso settembre grazie al report di BofA Merrill Lynch. Gli analisti della banca americana hanno avviato la copertura sul titolo con raccomandazione buy e target a 26 euro.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com