Piazza Affari negativa con bancari e petroliferi. Spread in calo prima del rating S&P. FTSE MIB -0,89%

24/04/2020 17:45:01

Piazza Affari negativa con bancari e petroliferi. Spread in calo prima del rating S&P. FTSE MIB -0,89%.


Mercati azionari europei in flessione. Wall Street incerta: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,1%, NASDAQ Composite +0,2%, Dow Jones Industrial -0,2%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -0,89%, il FTSE Italia All-Share a -0,81%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,25%, il FTSE Italia STAR a -0,29%.

Deludente l'esito del Consiglio Europeo di ieri: non e' arrivato a decisioni operative, dando mandato alla Commissione europea di avviare in futuro il "recovery fund" basato sul bilancio europeo dal 2021.

BTP e spread in forte miglioramento rispetto ai livelli di inizio seduta. Il rendimento del decennale segna 1,93% (chiusura precedente a 2,05%, massimo a 2,13%), lo spread sul Bund 239 bp (da 248, massimo a 260) (dati MTS).

In serata arriverà la revisione periodica del rating dell'Italia da parte di Standar&Poor's: secondo Reuters tra gli operatori circola la convinzione che l'attuale valutazione dell'agenzia sul merito di credito del nostro Paese (BBB, con outlook negativo) dovrebbe essere confermata.

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo negli USA: indice fiducia consumatori (Univ.Michigan) aprile a 71,8 punti da 89,1 (atteso 68); ordini beni durevoli principali preliminari marzo -0,2% m/m da -0,7% m/m (atteso -5,8%). In Germania: indice IFO (fiducia imprese) aprile 74,3 punti da 86,1 (atteso 80). Nel Regno Unito: vendite al dettaglio marzo -5,1% m/m da -0,3% (atteso -4,5%).

Bancari in netto calo dopo il balzo di ieri in scia al deludente esito del Consiglio Europeo: l'indice FTSE Italia Banche segna -2,63%, l'EURO STOXX Banks -3,7%. Sotto pressione BPER Banca -4,16%, UniCredit -3,07%, Banco BPM -3,63%, Intesa Sanpaolo -2,93%.

I petroliferi accelerano al ribasso nel finale in scia al ripiegamento del greggio: i future giugno segnano per il Brent 21,40 $/barile (massimi del pomeriggio a 22,40 circa), per il WTI 17,10 $/barile (da 18 circa ). A Milano Saipem -3,81% e soprattutto Eni -2,62%, dopo la pubblicazione dei risultati del primo trimestre (in forte calo ma meglio delle attese a livello di utile operativo) e la revisione al ribasso di alcuni target 2020 del piano industriale. L'a.d. Claudio Descalzi ha per il momento confermato la politica dei dividendi ma un aggiornamento verrà fatto a luglio alla luce dell'evoluzione del prezzo del petrolio. Goldman Sachs e Kepler Cheuvreux hanno confermato la raccomandazione buy sul titolo.

Negativi gli industriali, anch'essi vittime del deludente esito del Consiglio Europeo e reduci dalle ottime performance della seduta precedente. Leonardo -1,79%, CNH Industrial -2,37%, FCA -2,07%.

Utility in netto progresso grazie al forte calo di rendimenti e spread dai livelli di inizio seduta. In evidenza Terna +4,21%, A2A +1,20%, Snam +1,74%.

DiaSorin +2,20% in ottima forma, fa valere le sue doti difensive in un contesto di incertezza per l'azionario. Lo scorso fine settimana il gruppo ha annunciato di "aver marcato CE il test LIAISON® SARS-CoV-2 S1/S2 IgG e di essere pronta alla sottomissione del test alla Food and Drug Administration per ottenerne l'approvazione ad uso di emergenza (EUA) sul territorio statunitense".

STM +1,30%: Kepler Cheuvreux conferma la raccomandazione buy sul titolo. Per gli analisti le prospettive di medio periodo del gruppo sono promettenti: dopo le difficoltà della prima metà del 2020 causate dall'emergenza Covid-19 margini e ricavi torneranno a crescere per poi accelerare in modo netto dal 2021.

Mediaset +0,92% positiva dopo l'annuncio dell'acquisizione di un ulteriore 4,1% del capitale azionario di ProSiebenSat.1 Media SE, portando di conseguenza la disponibilità sino al 24,9% dei diritti di voto nel gruppo televisivo tedesco. Probabile che in caso di perfezionamento dell'operazione MFE (si attende l'ultimo via libera dalla Spagna), ProSiebenSat entrerebbe nel progetto di creazione di un grande operatore europeo nella tv generalista in chiaro.

Simone Ferradini - www.ftaonline.com