FTAOnline
Home :: Mercati :: Borsa Italia, 4 titoli promettenti

Borsa Italia, 4 titoli promettenti

di Alessandro Magagnolipubblicato:

Saipem, Snam, Stellantis e Piaggio piacciono agli analisti e hanno un quadro grafico promettente.

Tabella dei Contenuti

Saipem, Snam, Stellantis e Piaggio piacciono agli analisti e hanno un quadro grafico promettente.

Saipem fa il pieno di “buy”

Il primo di questi titoli è Saipem, che al momento sale dell'1,8% a 1,05 euro circa, con un massimo di seduta toccato a 1,069 euro. Jefferies ha alzato il target price sul titolo a 1,40 euro da 1 euro con rating "buy".

Ieri era stata la volta di Societe Generale che aveva alzato la valutazione da "sell" a "buy" con target price passato a 2,08 euro per azione, rispetto agli 0,85 euro pre-split azionario e aumento di capitale. In generale di recente tutti i broker si sono espressi positivamente sul titolo.

Berenberg ha portato il giudizio a "buy" da "hold", Mediobanca Securities da "neutral" a "outperform" con obiettivo alzato a 1,2 euro (+26% dal precedente), Jp Morgan ha riavvato la copertura con giudizio "overweight", Banca Akros ha promosso Saipem da "neutral" a "buy" con obiettivo a 1,4 euro.

Video Analisi dei 4 Titoli

Segnale di forza per Saipem

Sul grafico si può notare un recente segnale di forza, inviato il 28 ottobre con il superamento del massimo del 15 luglio a 0,9594 euro. I prezzi potrebbero sfruttare quest'area, divenuta ora supporto, per tentare la ricopertura del gap del 13 luglio con lato alto a 1,92 circa. Resistenza intermedia a 1,16 euro.

Solo sotto 0,95 rischio di una discesa a 0,83, base del gap del 27 ottobre.

Snam supera due forti resistenze

Su Snam Goldman Sachs ha alzato il target price a 5,10 euro, da 4,65 euro confermando la raccomandazione "neutral". Il titolo guadagna l'1,33% a 4,88 euro, i prezzi nell'intraday si sono spinti fino a 4,899 euro.

Le quotazioni si sono lasciate alle spalle due forti resistenze in area 4,75/80, il 50% di ritracciamento del ribasso dal picco di fine maggio e la trend line ribassista disegnata da quello stesso massimo.

Possibile adesso un tentativo di ricopertura del gap del 29 agosto con lato alto a 5 euro. Resistenza intermedia a 4,92 circa. Sopra i 5 euro ostacolo rilevante in area 5,18. Sotto i 4,65 euro i prezzi potrebbero scivolare fino a 4,50 prima di incontrare un nuovo supporto.

Stellantis piace a Goldman Sachs

Goldman Sachs è positiva su Stellantis e alza il target price da 17 a 19 dollari (circa 18,25 euro) con giudizio "buy". Secondo l'analista George Galliers gli utili di Stellantis aumenteranno grazie al forte sviluppo del business nordamericano.

Potenziale figura rialzista per Stellantis

Il titolo ha disegnato un potenziale testa spalle rialzista a partire dal minimo del 7 marzo. La figura verrebbe completata alla rottura della linea che unisce il top del 29 marzo e quello del 17 agosto, la "neckline", passante a 14,85 euro circa.

Il titolo al momento quota 14,65 euro, in rialzo dell'1,34%, nel corso della seduta i prezzi si sono spinti fino a 14,70 circa.

Al di sopra di 14,85 possibile il ritorno sul massimo di gennaio a 19,35.

Resistenze intermedie a 17,50, massimo dello "shooting star" del 23 febbraio, e a 18,51, lato alto del gap del 21 gennaio.

Sotto area 14 euro lo scenario rialzista risulterebbe notevolmente ridimensionato.

Piaggio inaugura un nuovo stabilimento

Piaggio ha ricevuto un giudizio positivo da Banca Akros che ha confermato la raccomandazione "buy" e il prezzo obiettivo a 3,5 euro. Piaggio ha annunciato in un comunicato l'inaugurazione del suo nuovo impianto in Indonesia, situato nel distretto di Cikarang, West Java a Jakarta. Lo stabilimento occupa un'area di 55000 metri quadri e produrrà lo scooter Vespa per il mercato locale.

Piaggio recentemente ha comunicato risultati incoraggianti per il terzo trimestre, con ricavi a 574 milioni, in aumento del 15,5% su base annua e a fronte di 483 milioni attesi e un utile netto di 25,7 milioni, in crescita dagli 8,1 milioni dello stesso trimestre del 2021 e a fronte di attese di 17,9 milioni. Il titolo al momento cede lo 0,29% a 2,756 euro.

Resistenza chiave a 2,83 euro per Piaggio

I prezzi hanno oscillato tra 2,75 e 2,798 euro. A 2,83 euro si colloca il 50% di ritracciamento del ribasso dal massimo di giugno 2021. Oltre quei livelli verrebbe inviato un segnale di forza incoraggiante che potrebbe anticipare movimenti in area 3,20 euro con una resistenza intermedia a 3 euro circa.

Senza la rottura di 2,83 ed in caso di violazione di 2,65 i prezzi potrebbero invece prendere la strada del ribasso e portarsi a testare area 2,40 euro.

Programma dei video

« dicembre 2022»
lun
mar
mer
gio
ven
sab
dom

Registrati alla newsletter

Una volta alla settimana ti invieremo gli articoli più interessanti, le notizie più importanti che abbiamo appena pubblicato!


Approva il trattamento dei dati
Cancellazione e politica sulla privacy