FTAOnline
Home :: Mercati :: Recessione USA alle porte? I Treasury parlano chiaro

Recessione USA alle porte? I Treasury parlano chiaro

di Edoardo Lopezpubblicato:

La recessione non solo non è più in tabù, ma potrebbe essere più vicina del previsto negli Stati Uniti. Ecco cosa dice il mercato obbligazionario.

Tabella dei Contenuti

I mercati azionari, specie quelli statunitensi, hanno accolto con favore le dichiarazioni rilasciate ieri dal presidente Jerome Powell, il quale ha fatto sapere che la Fed probabilmente già questo mese dovrebbe ridurre il ritmo del rialzo dei tassi di interesse.

Azioni e Bond festeggiano le parole di Powell

Tanto è bastato per regalare ottimismo a Wall Street che sta contagiando in misura più contenuta le Borse europee.

Effetti positivi ci sono stati anche sul fronte obbligazionario, con un calo diffuso dei rendimenti dei titoli di Stato, grazie a un ritorno degli acquisti.

L'attenzione degli operatori è ora rivolta in particolare ai dati macro che saranno diffusi nelle prossime giornate.

Focus su dati lavoro USA: ecco perché

Il focus è soprattutto sul report relativo al mercato del lavoro in agenda domani, che sarà spulciati con molta attenzione, per cercare di avere ulteriori indizi sullo stato di salute dell'economia a stelle e strisce.

Gli investitori sono a caccia infatti di segnali più chiari e convincenti in merito ad una recessione negli Stati Uniti che appare inevitabile, stando alle indicazioni che giungono dal mercato obbligazionario.

Recessione alle porte? Ecco cosa dicono i Treasury

L'andamento dei Treasury con scadenza a 2 e a 10 anni parla chiaro e mostra un'inversione della curva dei rendimenti molto netta.

Al momento il rendimento dei titoli a 2 anni è pari al 4,3284%, in calo dell'1% rispetto a ieri, e superare quello del decennale che scende in maniera più netta del 2,29% al 3,616%.

Quando i rendimenti dei Treasury a 2 anni sono più alti di quelli a 10 anni, di solito scatta l'allarme recessione.

Uno scenario che secondo gli economisti di Carmignac il mercato obbligazionario a stelle e strisce sta iniziando a prezzare per il 2023, ma la loro idea è che non sia ancora scontato del tutto.

Recessione USA: la view di Saxo Bank e di Sevens Report Research

Non diversa la posizione dei colleghi di Saxo Bank che in merito all'inversione della curva dei rendimenti dei Treasury USA, affermano che la stessa ha raggiunto un nuovo estremo del ciclo.

Secondo gli esperti, le indicazioni dal fronte obbligazionario sono un segnale di una probabile recessione dietro l'angolo.

Anche gli esperti di Sevens Report Research la pensano allo stesso modo, spiegando che lo spread della curva dei rendimenti a 10-2 anni, pur in recupero dai minimi, non è molto lontano dalla soglia di -80 punti base, corrispondente a un bottom pluridecennale.

Un andamento che secondo gli analisti anticipa una recessione negli Stati Uniti e a loro dire potrebbe essere anche grave, a giudicare dall'attuale inversione della curva dei rendimenti dei Treasury.

Registrati alla newsletter

Una volta alla settimana ti invieremo gli articoli più interessanti, le notizie più importanti che abbiamo appena pubblicato!


Approva il trattamento dei dati
Cancellazione e politica sulla privacy