Piazza Affari, avvio di seduta senza spunti

Piazza Affari, avvio di seduta senza spunti. FTSE MIB -0,1%.

Il FTSE MIB segna -0,1%, il FTSE Italia All-Share -0,0%, il FTSE Italia Mid Cap +0,7%, il FTSE Italia STAR +0,7%.

BTP e spread in lieve miglioramento. Il rendimento del decennale segna 0,91% (chiusura precedente a 0,92%), lo spread sul Bund 101 bp (da 102) (dati MTS).

Euro a ridosso del minimo da luglio 2020 contro dollaro toccato ieri pomeriggio a 1,1524. EUR/USD al momento quota 1,1550 circa.

Mercati azionari europei incerti: EURO STOXX 50 +0,1%, FTSE 100 -0,5%, DAX +0,1%, CAC 40 -0,3%, IBEX 35 -0,4%.

Future sugli indici azionari americani in parità: S&P 500 -0,1%, NASDAQ 100 +0,1%, Dow Jones Industrial -0,0%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,24%, NASDAQ Composite -0,14%, Dow Jones Industrial -0,34%.

Mercato azionario giapponese in lieve calo, il Nikkei 225 stamattina ha terminato a -0,32%. Borse cinesi positive: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a +1,15%, Hong Kong chiusa per allerta tifone.

Momento delicato per STM -0,3% e in generale per i titoli del settore semiconduttori. Il tema della carenza di microchip resta in primo piano: secondo fonti vicine alla situazione sentite da Bloomberg, Apple (-0,91% ieri in chiusura di seduta al NASDAQ, -1,3% in after hours) potrebbe ridurre la produzione dell'iPhone 13 di 10 milioni di unità. Il gruppo di Cupertino aveva programmato di realizzare 90 milioni di pezzi entro fine anno. Apple ha però fatto sapere ad alcuni fornitori che il numero sarà inferiore a causa dei problemi di approvvigionamento dai produttori di microchip tra cui Broadcom (-1,43% ieri in chiusura di seduta al NASDAQ, -1,3% in after hours)  e Texas Instruments (-2,53% ieri in chiusura di seduta al NASDAQ, -1,0% in after hours) . STM ha in Apple uno dei clienti principali (se non il numero uno) e sta risentendo negativamente della notizia.

In verde Stellantis +0,9% dopo la riorganizzazione del polo produttivo torinese annunciata due giorni fa. L’assemblaggio delle Maserati Ghibli e Quattroporte sarà trasferito da Grugliasco a Mirafiori, sito destinato a diventare centrale nella produzione di auto elettriche. A Mirafiori è realizzata Fiat 500 full electric, in attesa del lancio delle versioni elettriche di Maserati Gran Cabrio e Gran Turismo.

Unipol -1,3% perde terreno. Secondo indiscrezioni di stampa di ieri il tentativo del gruppo bolognese di convincere BP Sondrio (di cui Unipol ha il 6,9%, sito Consob) ad una fusione con BPER Banca (di cui Unipol è primo azionista con il 15%, sito Consob) non ha avuto successo.

Buona performance per Alerion Clean Power +1,6%: ieri il cda ha deliberato l’emissione di un prestito obbligazionario senior, non garantito, non convertibile e non subordinato per un controvalore compreso tra un minimo di 150 e un massimo di 200 milioni di euro. I fondi incassati saranno destinati principalmente al rimborso anticipato del prestito obbligazionario 2018-2024 per un ammontare pari a 150 milioni; il rimanente "al finanziamento di nuovi progetti o al rifinanziamento di progetti esistenti che soddisfino i criteri di cui al Green Bond Framework adottato dalla Società a ottobre 2021".

Anima Holding +1,2% estende il rally e tocca i massimi da giugno 2016. Ieri due importanti broker come UBS e Kepler Cheuvreux sono usciti con report positivi sul titolo.