Piazza Affari sotto la parità. Deboli Nexi, lusso e industriali

Piazza Affari sotto la parità. Deboli Nexi, lusso e industriali. Balza Rai Way. FTSE MIB -0,2%.

Il FTSE MIB segna -0,2%, il FTSE Italia All-Share -0,1%, il FTSE Italia Mid Cap -0,0%, il FTSE Italia STAR +0,0%.

BTP e spread in peggioramento. Il rendimento del decennale segna 0,68% (chiusura precedente a 0,67%), lo spread sul Bund 107 bp (da 105) (dati MTS). 

Mercati azionari europei deboli: EURO STOXX 50 -0,1%, FTSE 100 +0,1%, DAX -0,0%, CAC 40 -0,3%, IBEX 35 -0,2%.

Future sugli indici azionari americani sopra la parità: S&P 500 +0,1%, NASDAQ 100 +0,1%, Dow Jones Industrial +0,1%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +0,28%, NASDAQ Composite +0,14%, Dow Jones Industrial +0,37%.

Mercato azionario giapponese in netto rialzo, il Nikkei 225 stamattina ha terminato a +2,05%. Borse cinesi negative: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a -0,54%, l'Hang Seng di Hong Kong al momento segna -0,8%.

Nexi -0,8% perde terreno dopo che l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (l'antitrust) ha comunicato di aver avviato di "un procedimento istruttorio per valutare la fusione per incorporazione di SIA S.p.A. in Nexi S.p.A....Secondo l’Autorità la fusione...potrebbe...determinare la costituzione o il rafforzamento di una posizione dominante da parte della nuova entità con effetti di tipo orizzontale, nonché di natura verticale e conglomerale".

Industriali in arretramento: Interpump -0,8%, CNH Industrial -0,8%, Buzzi Unicem -0,5%.

Segni negativi anche nel lusso: Moncler -0,8%, Salvatore Ferragamo -0,7%, Brunello Cucinelli -0,5%.

In verde Atlantia +0,4% dopo che ieri il gruppo ha comunicato dati positivi sul traffico autostradale: in Italia e America Latina i numeri delle ultime tre settimane di agosto sono in crescita rispetto all'era pre-Covid (2019).

Bel progresso per Rai Way (+4,9% toccati i massimi da inizio 2021). MF riporta alcune fonti secondo cui l'ipotesi di fusione con Ei Towers sarebbe tornata d'attualità. Mediaset -0,3% sembra infatti interessata a cedere il suo 40% per reinvestire il ricavato nel progetto MFE (MediaForEurope).

Acquisti su Webuild +1,3%: si è aggiudicata in via definitiva il contratto da 1,26 miliardi di euro per la progettazione esecutiva e la costruzione di due tratte dell’Autostrada Pedemontana Lombarda. Webuild è a capo del consorzio aggiudicatario (comprendente anche Pizzarotti) con una quota del 70% (882 milioni di euro).

El.En. +8,09% a 13,90 euro. Banca Akros conferma la raccomandazione buy e incrementa il target da 12,50 a 18,00 euro. La situazione grafica di El.En è molto promettente con i prezzi che nella seduta di giovedì hanno vinto il confronto con gli ostacoli a 13,40 circa, massimi di agosto. Il segnale è forte e permette di riattivare il rally partito lo sorso autunno in direzione di target a 14,80 circa, lato alto del canale disegnato dal flesso di maggio. Sotto 12,84 rischio di ritorno in area 12,00, supporto determinante nel breve termine. La tendenza resterà orientata al rialzo fino a quando quest’ultima area resterà intatta.