FTAOnline
Home :: Finanza Personale :: INPS, rivalutazione assegno unico 2023: tabelle e importi aggiornati

INPS, rivalutazione assegno unico 2023: tabelle e importi aggiornati

di Miriam Ferraripubblicato:
Argomenti

Arriva la rivalutazione sull'assegno unico 2023: quanto spetta alle famiglie? INPS sta aggiornando le tabelle con i nuovi importi e soglie ISEE: ecco le novità.

Tabella dei Contenuti

Così come avvenuto per le pensioni, anche sull'assegno unico - annualmente - viene effettuata la rivalutazione degli importi e delle soglie ISEE. In attesa della pubblicazione delle tabelle ufficiali INPS, siamo in grado di calcolare quanto spetta alle famiglie.

L'indice dei prezzi al consumo rilevato dall'ISTAT è in aumento dello 0,3% su base mensile e dell'11,3% su base annuale. La variazione annua, invece, è pari all'8,1%: questa è la soglia che andrà a impattare sugli importi e le soglie di reddito dell'assegno unico.

Ecco le tabelle INPS aggiornate con la rivalutazione assegno unico 2023: quanto spetta alle famiglie, quali sono gli importi e le soglie ISEE per i prossimi mesi.

INPS, rivalutazione assegno unico 2023: tutti i nuovi importi

Iniziamo a definire quali sono i nuovi importi dell'assegno unico 2023 dopo la rivalutazione INPS all'8,1%: quanto spetta alle famiglie?

Ad oggi è possibile ottenere un importo massimo di 175 euro al mese, a fronte di un reddito basso; oppure un importo minimo di 50 euro al mese, a fronte di un reddito alto. Sono previste anche delle maggiorazioni per le famiglie numerose, per i figli successivi al secondo e per i figli disabili.

Suddividiamo le tabelle con i nuovi importi 2023 in più parti:

  • assegno unico per figli minorenni;

  • assegno unico per figli maggiorenni;

  • assegno unico per figli disabili.

Vi sono poi ulteriori aumenti sull'assegno unico per le famiglie numerose con figli a carico (+50% sugli importi), ma occorre dapprima rinnovare l'ISEE al 2023 entro il 28 febbraio.

Assegno unico 2023 per minorenni

SOGLIA ISEE 2023

ASSEGNO 2022

ASSEGNO 2023

Entro i 16.215 euro

175 euro

189,17 euro

Tra i 21.511,91 e i 21.620 euro

150 euro

162,15 euro

Tra i 25.944,01 e i 27.025 euro

127,50 euro

137,82 euro

Tra i 32.321,91 e i 32.430 euro

100 euro

108,10 euro

Tra i 37,726,91 e i 37.835 euro

75 euro

81,07 euro

Sopra i 43.240 euro

50 euro

54,05 euro

Assegno unico 2023 per maggiorenni

SOGLIA ISEE 2023

ASSEGNO 2022

ASSEGNO 2023

Entro i 16.215 euro

85 euro

91,88 euro

Tra i 21.511,91 e i 21.620 euro

73 euro

78,91 euro

Tra i 25.944,01 e i 27.025 euro

61 euro

65,94 euro

Tra i 32.321,91 e i 32.430 euro

49 euro

52,96 euro

Tra i 37,726,91 e i 37.835 euro

37 euro

39,99 euro

Sopra i 43.240 euro

25 euro

27,02 euro

Assegno unico 2023 per disabili

DISABILITÀ

IMPORTO 2022

IMPORTO 2023

Non autosufficienti

105 euro

113,50 euro

Grave

95 euro

102,69 euro

Media

85 euro

91,88 euro

Maggiorazioni

Per quanto riguarda le maggiorazioni, infine, sono previsti:

  • aumenti sugli importi pari al 50% per le famiglie numerose;

  • aumento da 20 a 21,62 euro per le giovani madri under 21;

  • aumenti variabili per i figli successivi al secondo (da 16,21 euro a 91,88 euro in base all'ISEE);

  • aumenti variabili per i genitori con reddito (da 6,48 euro a 32,43 euro in base all'ISEE).

Assegno unico 2023: le nuove soglie ISEE

Oltre agli importi, la rivalutazione INPS impatta anche sulle soglie ISEE per accedere e definire l'ammontare del contributo economico: cosa cambia nel 2023?

Ad oggi le due soglie ISEE, minima e massima, sono pari a 15.000 euro (importo più elevato) e 40.000 euro (importo più basso). Con la rivalutazione INPS, le soglie di reddito delle famiglie cambiano in questo modo:

  • l’importo massimo spetta alle famiglie con un ISEE inferiore 16.215 euro;

  • l’importo minimo, invece, spetta alle famiglie con un ISEE superiore a 43.240 euro.

Ciò significa che con lo stesso ISEE dello scorso anno le famiglie avranno diritto a un importo più elevato grazie alla rivalutazione INPS.

Assegno unico 2023: quando scattano gli aumenti?

L'ultima domanda alla quale è bene dare una risposta è la seguente: da quando scattano gli aumenti sull'assegno unico 2023?

La rivalutazione, i nuovi importi e le soglie ISEE verranno applicate a partire dal mese di gennaio, ma INPS inizierà ad effettuare i calcoli solo a partire da febbraio 2023. Saranno quindi corrisposti conguagli e arretrati alle famiglie.

Registrati alla newsletter

Una volta alla settimana ti invieremo gli articoli più interessanti, le notizie più importanti che abbiamo appena pubblicato!


Approva il trattamento dei dati
Cancellazione e politica sulla privacy