0
Segnalibri
FTAOnline
Home :: Editoriali :: Super Green Pass: spiegato il decreto legge che lo disciplina

Super Green Pass: spiegato il decreto legge che lo disciplina

di FTA Online Newspubblicato:

Argomenti

Nonostante i dati sui contagi in Italia non siano affatto allarmanti, infatti tutto il paese è in zona bianca, i provvedimenti del Governo vertono verso misure urgenti e stringenti, ma questa volta non per tutti, solo per una fetta di italiani (all’incirca 8 milioni) coloro che non sono vaccinati.

La giustificazione del Governo è "salvare il Natale" e tentare di svolgere in totale sicurezza tutte le attività economiche e sociali che coloro che avranno il Super Green Pass potranno continuare a svolgere in zona bianca, gialla o arancione.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato all'unanimità delle misure "urgenti" per contenere la quarta ondata del Covid, che altri paesi europei, anche con percentuali più alte di vaccinati, stanno già affrontando.

Scendiamo nei dettagli del nuovo decreto sul Green Pass e Super Green Pass.

In linea generale con questo nuovo decreto il Governo ha esteso l'obbligo vaccinale ad altre categorie oltre le precedenti, ha istituito un Super Green Pass, separandolo dal Green Pass base, ha ridotto la durata temporale di validità del Green Pass per i vaccinati e ha offerto dei chiarimenti in merito alla terza dose di vaccino.

Decreto legge Super Green Pass: esteso obbligo vaccinale e terza dose

Il decreto legge approvato all'unanimità dal Consiglio del Ministri, prevede l'estensione dell'obbligo vaccinale, che dal 6 dicembre non riguarderà più solo i lavoratori sanitari, ma riguarderà anche tutti i lavoratori amministrativi delle strutture sanitarie e tutti i lavoratori, docenti e non docenti, delle scuole. A queste categorie si aggiungono anche militari e forze dell'ordine e soccorso pubblico.

L'obbligo vaccinale, secondo il decreto, non riguarderà più solo le prime due dosi, ma verrà esteso alla terza dose, a partire dal 15 dicembre. Chi si rifiuta di fare la terza dose, sarà sospeso dal lavoro e non potrà essere spostato ad un'altra mansione.

Decreto legge Super Green Pass: ridotto il periodo di validità

Il testo del decreto approvato il 24 novembre dal Consiglio dei Ministri, prevede che il Green Pass per i vaccinati non duri più un anno, come era previsto fino a poco tempo fa, ma nove mesi, come era stato previsto all'inizio. Questo perché, nella realtà dei fatti il vaccino perde potenza protettiva dopo già 4/6 mesi dalla seconda inoculazione.

La validità del super green pass per i guariti resta di sei mesi. Se dopo sei mesi, se i guariti dovessero decidere di fare un richiamo, una sola dose, il Green Pass potrà durare altri nove mesi.

Decreto legge Super Green Pass: estensione del green pass base anche ad altre attività

L’obbligo di Green Pass base (quello ottenibile anche con tampone, per intenderci) è stato esteso anche a settori che prima ne erano stati esclusi: alberghi, spogliatoi, trasporto regionale e anche il trasporto cittadino. I controlli, soprattutto in quest'ultimo caso, sarebbero un caos se effettuati a persona, infatti il Governo ha deciso che i controlli saranno effettuati a campione.

Decreto legge: quanto durerà il Super Green Pass e per cosa servirà?

Il Super Green Pass avrà validità dal 6 dicembre al 15 gennaio (secondo il presente decreto) e permetterà ai vaccinati di partecipare ad attività ricreative e sociali a prescindere dal colore della regione (bianca, gialla o arancione). Le restrizioni in zona rossa varrebbero per tutti.

Grazie al Super Green Pass i vaccinati o i guariti potranno partecipare a spettacoli, eventi, matrimoni, andare al cinema, al ristorante, a cerimonie pubbliche.

Chi non ha questo green pass rafforzato, ovvero i non vaccinati e i non guariti, non potranno partecipare a nessun tipo di attività sociale o ricreativa, anche se si è in zona bianca.

Decreto Legge: il Governo richiede al Ministro dell'Interno Lamorgese un rafforzamento dei controlli

Il Governo Draghi si affida al Ministro Lamorgese per ampliare e rafforzare i controlli da parte dei prefetti, che possano organizzare dei controlli costanti da parte delle forze dell'ordine entro 5 giorni dall'entrata in vigore del decreto.

Ogni prefetto dovrà inviare una relazione settimanale con i risultati dei controlli, al Ministero dell'Interno.

All'articolo 8 del Decreto Legge, si parla di ampliare la campagna "promozionale" per diffondere la vaccinazione

Il governo ha intenzione di continuare a promuovere una più elevata percentuale di vaccinati. E così la presidenza del Consiglio dei Ministri ha elaborato un piano per ampliare pubblicità e campagna di informazione grazie ai media. Come? Stanziando altri fondi e altre risorse economiche nel bilancio, proprio per la campagna promozionale sul vaccino.

Ecco perché sentite sempre un pensiero unico da ogni media e da ogni tg e da ogni trasmissione del sistema, perché vengono pagati dal Governo per farlo. C'è una campagna promozionale in atto a favore del vaccino e guai a pensarla diversamente.

Altri cambiamenti stabiliti dal decreto legge sul Super Green Pass

Il Ministro della Salute, come ha confermato in conferenza stampa, ha affermato che la terza dose per le categorie sopra dette,

sarà obbligatoria e sarà  già consentita una volta passati 5 mesi dalla seconda.

La terza dose è disponibile per tutti gli over 18. La certificazione per la “terza dose” booster viene emessa il giorno successivo alla vaccinazione e ha validità per 9 mesi dalla data dell'inoculazione della dose aggiuntiva.

Inoltre da metà dicembre sarà possibile la vaccinazione per i bambini dai 5 agli 11 anni. Ma si tratterà di un vaccino fortemente raccomandato e non ci sarà per loro nessun obbligo green pass.

Nel decreto non viene trattata la questione dello stato di emergenza, che rimane fissato ancora per fine dicembre 2021, ma nessuno esclude la possibilità che possa essere prorogato con un provvedimento ad hoc, fino a quando non si sa.

Ormai la Costituzione non serve più a nulla e basta un decreto legge per modificare la vita dei cittadini. 

La storia che si racconta nei corridoi di Governo sono che le misure rigide per i non vaccinati, siano state richieste dai governatori di regione, misure che fino a poco tempo fa non avevano trovato il parere favorevole di Draghi, che poi però ha ceduto alle richieste delle regioni.

"Il Governo ha, anche questa volta, seguito un principio sacrosanto di precauzione, adeguatezza e proporzionalità. Il Super Green Pass è uno strumento adatto per contenere la quarta ondata e continuare ad essere uno dei Paesi più virtuosi d'Europa nella lotta alla pandemia", ha dichiarato il Ministro per le Politiche agricole Stefano Patuanelli.

Speriamo sia davvero così.

Qui trovate il pdf del Decreto Legge del 24 novembre.

Programma dei video

« agosto 2022»
lun
mar
mer
gio
ven
sab
dom

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter via e-mail per ricevere aggiornamenti sulle Ultime Notizie, i Tutorial e le Offerte Speciali!

Autorizzazione Marketing
Autorizzo l'utilizzo delle informazioni che ho fornito ai fini di ricevere via e-mail notizie, aggiornamenti ed informative marketing.
Cancellazione e politica sulla privacy