Campari accelera al rialzo

Campari accelera al rialzo e tocca a 12,0750 euro il nuovo massimo storico (saldo di seduta +3,16% a 11,74 euro). Gli acquisti sono scattati subito dopo l'uscita dei risultati del primo semestre: ricavi in crescita organica del 37,1% a/a a un miliardo (+22,3% sul sem1 2019), margine EBITDA rettificato al 26,1% (22,1% nel sem1 2020), utile netto rettificato raddoppiato a 156,8 milioni. Il management si dichiara fiducioso sul "perdurante forte slancio dei brand". Il titolo si muove dal minimo di marzo 2020 all'interno di un canale crescente la cui base è stata testata lungamente tra aprile e maggio, dimostrandosi poi un buon punto di appoggio per la ripresa del rialzo. I massimi di martedì a 12,075 euro sono stati toccati sulla linea mediana del canale. Solo la rottura di questa resistenza aprirebbe la strada al test del lato alto del canale, passante attualmente a 13,15 circa. Senza il superamento di 12,075 rischio di discese a testare dall'alto il picco del 1° luglio a 11,545 euro. Supporto successivo a 11 euro circa, limite inferiore del canale e area di transito della media mobile esponenziale a 50 giorni.