CNH Industrial è scattato in avanti venerdì

CNH Industrial è scattato in avanti venerdì dopo le incertezze della seduta precedente in scia all'annuncio dello stop temporaneo ad alcuni "siti produttivi di macchine agricole, veicoli commerciali e sistemi di propulsione in Europa, in conseguenza delle interruzioni alla catena di fornitura e alla carenza di componenti chiave, in particolar modo semiconduttori". La trimestrale è in agenda il 4 novembre. Segnaliamo il netto progresso di Caterpillar al NYSE (+2,88% la chiusura di giovedì) in scia a un report di Cowen, secondo cui il gruppo americano per tre anni vedrà crescere tutte le voci di bilancio. Nonostante l'annuncio della temporanea interruzione della produzione Mediobanca Securities ha confermato la raccomandazione "outperform" sul titolo con prezzo obiettivo a 19 euro. CNH ha terminato venerdì a 14,555 euro, in rialzo del 3,37%. Il rialzo ha permesso alle quotazioni di avvicinare la trend line disegnata dal top di giugno, dalla moderata inclinazione negativa, passante a 14,65 circa. Oltre 14,65 le oscillazioni viste dal picco di giugno potrebbero dimostrarsi un "triangolo", figura di continuazione della tendenza rialzista precedente. Target del triangolo, ottenuto proiettandone l'ampiezza dal punto di rottura, a 17 euro. Resistenze intermedie a 15,24, massimo di giugno, e a 16,20. Solo discese al di sotto di 13,85, linea tracciata dal minimo del 19 luglio e base del triangolo, potrebbero cancellare l'ipotesi rialzista prospettando il test di area 12,70. Supporto successivo a 10,715, base del gap rialzista del 2 febbraio.