Piazza Affari in moderato rialzo. Brilla Saipem. FTSE MIB +0,20%

FTSE MIB +0,20%.Il FTSE MIB segna +0,2%, il FTSE Italia All-Share +0,2%, il FTSE Italia Mid Cap +0,24%, il FTSE Italia STAR +0,4%.BTP e spread stabili.

Il rendimento del decennale segna 0,89% (chiusura precedente a 0,89%), lo spread sul Bund 107 bp (da 107) (dati MTS).Future sugli indici azionari europei negativi (rispetto ai prezzi segnati in corrispondenza della chiusura dei sottostanti alle 17:30 della seduta precedente): Euro Stoxx 50 -0,2%, FTSE 100 -0,2%, DAX -0,1%, FTSE MIB -0,1%. 

Future sugli indici azionari americani piatti: S&P 500 +0,01%, NASDAQ 100 -0,02%, Dow Jones Industrial -0,02%.Mercato azionario giapponese negativo, il Nikkei 225 ha terminato a -0,40%. Borse cinesi miste: l'indice CSI di Shanghai e Shenzhen al momento segna +0,4%, l'Hang Seng di Hong Kong -0,2% circa.

Euro in calo contro dollaro. EUR/USD al momento quota 1,2110 circa.

A Milano brilla Saipem (+4%) dopo la firma con Naval Energies di un accordo per l’acquisizione delle attività di Naval Energies nel settore dell’energia eolica flottante. Intesa Sanpaolo ha confermato il rating "add" sul titolo indicando un prezzo obiettivo di 2,4 euro.

Poco mossa Generali. L’agenzia di rating Fitch ha comunicato di aver confermato il giudizio sulla solidità finanziaria del gruppo triestino a “A-”. L’agenzia ha inoltre confermato il giudizio “BBB+” sul merito di credito. L’outlook rimane stabile. La decisione segue l’annuncio da parte di Generali di un’offerta pubblica di acquisto di Cattolica di Assicurazione. Su base pro-forma, Fitch si attende che l’acquisizione risulti complessivamente neutrale dal punto di vista della capitalizzazione, della leva finanziaria e del profilo di rischio d’investimento di Generali.

In verde Salvatore Ferragamo (+0,2%): è in corso una trattativa in esclusiva con Interparfums Inc., produttore e distributore di profumi e cosmetici di prestigio, per la gestione in licenza mondiale del business dei profumi a marchio Ferragamo.

Carraro stabile a Milano dopo che Fly ha prolungato il periodo di adesione all'OPA all'8 giugno.

Invariato Maire Tecnimont che archivia la seduta di giovedì con un +0,06% a 3,20 euro (massimo intraday a 3,21). La controllata NextChem ha firmato un contratto con TotalEnergies per lo sviluppo di attività di Front-End Engineering Design e per fornire il proprio knowhow tecnologico per realizzare l'impianto Biojet in Francia, in grado di trattare 400.000 tonnellate annue. Kepler Cheuvreux dopo la firma del contratto con TotalEnergies ha confermato la raccomandazione "buy" sul titolo con prezzo obiettivo a 4 euro. Gli esperti notano che "Maire Tecnimont sta diventando un partner preferenziale per TotalEnergies nella transizione energetica, una cosa che valutiamo molto positivamente. Il gruppo sta guadagnando molta credibilità". Sul grafico ad elementi giornalieri è comparsa giovedì una candela di tipo "hanging man", con massimo a 3,21 euro, molto vicino alla resistenza critica offerta a 3,25 euro dal 50% di ritracciamento del ribasso dal picco di settembre 2017. Il fatto che l'indicatore Rsi a 14 giorni sia in netto ipercomprato, quasi all'80%, non fa altro che aumentare il timore che la presenza della candela "hanging man" possa davvero anticipare l'avvio di una fase ribassista. Primi segnali in questo senso sotto 3,10, poi con la violazione di 2,95. Target in quel caso a 2,80, sulla linea che sale dai minimi di fine ottobre. Oltre area 3,25 invece possibile una crescita dei prezzi fino a 3,65 almeno.

Tesla ha chiuso con un crollo del 5,33% giovedì a Wall Street (seconda peggiore performance sia per l'S&P 500 che per il Nasdaq), dopo che The Information ha riportato che gli ordini di auto elettriche prodotte dall'azienda californiana si sono quasi dimezzati in Cina nel mese di maggio rispetto ad aprile.