Piazza Affari sui massimi da febbraio 2020. CNH e bancari in evidenza

Piazza Affari sui massimi da febbraio 2020. CNH e bancari in evidenza. FTSE MIB +0,7%.

Il FTSE MIB segna +0,7%, il FTSE Italia All-Share +0,6%, il FTSE Italia Mid Cap +0,4%, il FTSE Italia STAR +0,2%.

BTP in flessione, stabile lo spread. Il rendimento del decennale segna 0,69% (chiusura precedente a 0,64%), lo spread sul Bund 97 bp (da 97) (dati MTS).

Mercati azionari europei incerti: EURO STOXX 50 +0,6%, FTSE 100 +0,8%, DAX +0,8%, CAC 40 +0,9%, IBEX 35 +1,0%.

Future sugli indici azionari americani contrastati: S&P 500 +0,1%, NASDAQ 100 -0,4%, Dow Jones Industrial +0,3%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,09%, NASDAQ Composite -0,60%, Dow Jones Industrial +0,30%.

Mercato azionario giapponese in verde, l'indice Nikkei 225 ha terminato a +0,16%. Borse cinesi positive: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a +0,95%, l'Hang Seng di Hong Kong al momento segna +0,9% circa.

CNH Industrial +3,1% guadagna terreno grazie alle indiscrezioni di Bloomberg secondo cui le trattative con la cinese FAW per la vendita di Iveco stanno procedendo e un'offerta potrebbe arrivare a breve.

Bancari in recupero dopo le incertezze della seduta precedente causate dal crollo di Credit Suisse (oggi +1,5%). Il gruppo svizzero ha avvertito che i risultati del primo trimestre saranno influenzati negativamente (impatto previsto "importante") dalle perdite legate ad un hedge fund americano. Unicredit +2,4%, Banco BPM +2,8%, Intesa Sanpaolo +1,4%.

Telecom Italia, +1,4% a 0,4656 euro, in ulteriore progresso, si avvicina al massimo da marzo 2020 a 0,4740 euro toccato il 18 marzo. Venerdì scorso è stato siglato l'accordo di partnership tecnologica con DAZN, a seguito dell'aggiudicazione di quest'ultima dei diritti tv per la Serie A nel triennio 2021-2024. A partire da giugno ai clienti TIM saranno riservate offerte dedicate per il servizio DAZN. Segnaliamo inoltre che sono state pubblicate le risposte alle domande degli azionisti preliminari all'assemblea di mercoledì 31 marzo. Tra le risposte si legge che "Per la realizzazione di AccessCo (la rete unica in fibra, ndr), a seguito dell’accordo sottoscritto con CDP, è stata completata la due diligence tecnica di Open Fiber e FiberCop, confermando le nostre aspettative iniziali".

Petroliferi in verde: il greggio oscilla poco sotto i massimi dal 18 marzo toccati tra ieri pomeriggio e la notte. Il future giugno sul Brent segna 64,85 $/barile (massimo a 65,30 circa), il future maggio sul WTI 61,45 $/barile (massimo a 62,25 circa). Eni +0,7%, Tenaris +1,7%, Saipem +0,5%.

Autogrill +2,4% in ulteriore progresso dopo il +2,78% messo a segno ieri in scia a quanto riferito dal Sole 24 Ore. La famiglia Benetton (ha il 50,1% del gruppo) ha approvato, non senza qualche discussione, l'aumento di capitale da 600 milioni di euro, con l'obiettivo di condurre Autogrill verso un'aggregazione con un altro operatore del settore e rimanere nell'azionariato come socio di minoranza. A sostenere le quotazioni del gruppo attivo nella ristorazione per chi viaggia contribuisce anche la presentazione del passaporto vaccinale europeo condotta due giorni fa dal commissario europeo all'industria Thierry Breton: la partenza è prevista per metà giugno.