FTAOnline
Home :: Finanza Personale :: Disoccupazione, aumenti ad Assegno Sociale e NASpI 2023: come cambiano gli importi

Disoccupazione, aumenti ad Assegno Sociale e NASpI 2023: come cambiano gli importi

di Valentina Zappalàpubblicato:
Argomenti

Novità in arrivo per le misure legate alla disoccupazione: sia Assegno Sociale che NASpI potranno contare su alcuni aumenti nel 2023. Ecco tutti i nuovi importi previsti.

Tabella dei Contenuti

Novità in vista per i percettori di Assegno Sociale e NASpI. Anche le misure concesse in caso di disoccupazione, così come le misure previdenziali, verranno interessate da aumenti nel 2023.

Tutto merito della rivalutazione, che garantirà non solo delle maggiorazioni a misure come l’Assegno Unico o le pensioni, ma anche ai trattamenti di natura assistenziale.

Oggi ci concentreremo sulle nuove maggiorazioni 2023 previste sulle misure concesse in caso di disoccupazione, ovvero Assegno Sociale e NASpI.

Aumenti all’Assegno Sociale 2023: ecco come cambia la misura assistenziale

Iniziamo dall’Assegno Sociale, la prestazione assistenziale concessa al compimento dei 67 anni di età nel rispetto dei limiti reddituali previsti dalla normativa.

Prima di proseguire, per coloro cui interessano requisiti e limiti reddituali della prestazione, rimandiamo alla visione del seguente video, realizzato da Mondo Pensioni.

Per quanto concerne la questione degli aumenti 2023 all’Assegno Sociale, ad essere aumentati saranno sia gli importi mensili che la soglia reddituale prevista per accedere alla misura.

L’Assegno Sociale 2023 dovrebbe subire una rivalutazione del 7,3%, aumentando di circa 34 euro e concedendo, ogni mese, 502,27 euro.

Per quanto riguarda le soglie di reddito, potranno accedere all’Assegno coloro che hanno un reddito:

  • fino a 6.529,51 euro se singoli;

  • fino a 13.059,02 euro se conviventi col coniuge.

Questo perché, per effetto della rivalutazione, anche le soglie reddituali previste per accedere alla misura saranno innalzate.

Disoccupazione, NASpI 2023 in aumento: nuovi importi previsti

Dopo esserci concentrati sulla rivalutazione 2023 dell’Assegno Sociale, occupiamoci anche degli aumenti previsti per quanto riguarda la NASpI.

Di per sé, questa misura concessa in caso di disoccupazione è soggetta a rivalutazioni annue, così come previsto dalla Circolare INPS n. 94/2015.

Ad oggi, la NASpI si determina calcolando il 75% dello stipendio medio, con un importo massimo prefissato a 1.360,77 euro mensili.

Per effetto della rivalutazione 2023, tale importo salirà, anche in questo caso del 7,3%. Questo significa che, a partire dal prossimo anno, la NASpI avrà un importo massimo pari a 1.460,10 euro mensili.

Un discorso analogo vale per l’indennità di disoccupazione DIS-COLL, concessa a co.co.co, assegnisti e dottorandi di ricerca che hanno perso involontariamente la propria occupazione.

L’importo massimo concesso in caso di DIS-COLL sarà equivalente a quello previsto per i titolari di NASpI.

Aumenti 2023 Assegno Sociale e NASpI: si attendono comunicazioni dall’INPS

Sebbene le maggiorazioni legate alle misure concesse in caso di disoccupazione siano ormai certe, è bene sottolineare che l’INPS non ha ancora comunicato ufficialmente tali aumenti.

Per l’ufficializzazione dei nuovi importi 2023 di Assegno Sociale, NASpI e DIS-COLL, dunque, attendiamo una circolare ufficiale da parte dell’Istituto.

Programma dei video

« dicembre 2022»
lun
mar
mer
gio
ven
sab
dom

Registrati alla newsletter

Una volta alla settimana ti invieremo gli articoli più interessanti, le notizie più importanti che abbiamo appena pubblicato!


Approva il trattamento dei dati
Cancellazione e politica sulla privacy