FTAOnline
Home :: Mercati :: Ftse Mib: ecco un titolo che potrebbe aumentare il dividendo

Ftse Mib: ecco un titolo che potrebbe aumentare il dividendo

di Edoardo Lopezpubblicato:

Focus su una blue chip che oggi è tra le peggiori del Ftse Mib, ma ci sono tanti buoni motivi per cui valutarla.

Tabella dei Contenuti

Anche la seduta odierna prosegue con il segno meno per FinecoBank che, dopo aver ceduto lo 0,22% ieri, accusa una flessione ben più pesante oggi, amplificando la negatività del mercato.

FinecoBank tra i peggiori del Ftse Mib oggi

Il titolo da subito si è posizionato sotto la parità e ha ampliato progressivamente le perdite, presentandosi al momento a 15,375 euro, con un ribasso del 2,16% e oltre 1,1 milioni di azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 2,3 milioni.

FinecoBank: spunti dalla Equita Italian Champions conference

FinecoBank occupa una delle ultime posizioni nel paniere del Ftse Mib, senza trovare alcun sostegno nelle indicazioni arrivate dalla Equita Italian Champions conference.

Dall'incontro è emerso che i flussi di raccolta netta gestita restano solidi, con un interesse crescente dei clienti per soluzioni a tasso fisso, basate sulla conservazione del capitale, ricordando che novembre è stato un mese con importanti pagamenti di imposte.

Confermato che il costo dei depositi per FinecoBank rimarrà zero, nonostante l’aumento dei tassi, in quanto l’85% della liquidità dei clienti è transazionale.

I clienti hanno comunque la possibilità di spostare la liquidità su conti di depositi presso terzi, dove FinecoBank riceve una fees di 40 punti base.

FinecoBank: focus su guidance margine di interesse

La guidance di net interest income ha un margine di prudenza, quindi è confermata nonostante il recente leggero calo della curva forward dei tassi.

Continuerà il processo di diversificazione del portafoglio investimenti in governativi.

Quanto all'allocazione del capitale, FinecoBank ha un CET1 del 20,4% e un Leverage ratio del 3,9%, e gli analisti di Equita SIM stimano continuerà a generare un ammontare significativo di capitale organico.

FinecoBank: dividendo potrebbe aumentare progressivamente

La società non intende diventare più aggressiva sul lending, e il focus resterà sulla crescita organica.

Potrebbero aumentare gli investimenti in marketing ma nulla di rilevante.

Gli esperti della SIM milanese ritengono quindi che progressivamente FinecoBank possa diventare più generosa sul fronte dei dividendi.

Nel dettaglio gli analisti stimano una cedola pari a 0,47 euro nel 2022, a 0,52 euro nel 2023 e a 0,57 euro nel 2024, con un rendimento tra il 3,1% e il 3,8%.

Reclutamento ed Estero

FinecoBank ha confermato l’obiettivo di aumentare la rete di consulenti finanziari di 110-130 nuove unità nette per il 2022, senza modificare i costi di reclutamento.

Il gruppo ha anche reiterato l'ingresso in Germania nel 2023 e l'obiettivo di espansione in altri paesi, quali Francia e Spagna, nei prossimi anni, mentre nel Regno Unito sono in corso di finalizzazione gli ultimi dettagli per l’uscita dal regime transitorio.

Anche alla luce dei messaggi arrivati dalla Equita Italian Champions conference, gli analisti hanno ribadito la loro view bullish su FinecoBank, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo alzato da 16,6 a 18 euro.

Registrati alla newsletter

Una volta alla settimana ti invieremo gli articoli più interessanti, le notizie più importanti che abbiamo appena pubblicato!


Approva il trattamento dei dati
Cancellazione e politica sulla privacy