0
Segnalibri
FTAOnline
Home :: Approfondimenti :: Multe per chi non ha il Super Green Pass: ecco come funziona!

Multe per chi non ha il Super Green Pass: ecco come funziona!

di FTA Online Newspubblicato: 25 giorni fa

Come funzionano le eventuali multe in caso non si sia in possesso di Super Green Pass nei luoghi in cui è richiesto? Ecco tutte le risposte e soprattutto le possibili sanzioni per tutti!

Da quando il green pass è entrato in vigore sono passati ormai mesi, mentre il super green pass è ancora una novità e da un certo punto di vista ci si è appena abituati ad utilizzarlo. Non che sia poi così diverso da quello base, ma comunque siamo tornati ad un periodo in cui le regole cambiano in continuazione.

Ogni giorno ci sono novità, tra comunicazioni dal Presidente del Consiglio Mario Draghi e bollettini tutt’altro che rassicuranti, dunque, conviene tenere le orecchie ben aperte.

Una delle questioni che più preoccupano i cittadini sono sicuramente le eventuali sanzioni per i trasgressori, che infatti andiamo a vedere come funzionano nello specifico proprio in questo articolo. In generale il Governo sembrava aver scelto una linea “soft”, ma il crescente numero di controlli smentisce tale ipotesi. Ecco tutte le regole da seguire e le sanzioni applicabili a chi le infrange.

Super Green Pass: ecco come funziona

Partiamo innanzitutto dal presupposto che il super green pass è una misura in cui il Governo crede, così come il green pass base. Se non avesse creduto in quest’ultimo, temporalmente arrivato prima, non sarebbe sicuramente arrivato alla scelta di confermarne la versione rafforzata.

Nei fatti, però, questa misura sembra essere un obbligo vaccinale “mascherato” e proprio per questo non è stato accettato da molti cittadini. Il Governo vede però la strada ben delineata e, quindi, la sta percorrendo senza grandi ripensamenti, con fiducia nella scienza.

Per questo motivo dal 6 dicembre è attiva la certificazione verde rafforzata, vale a dire una vera e propria stretta sul normale green pass, che ora perde così una casistica molto importante.

La certificazione base, il normale green pass, è infatti erogata a chi ha fatto il vaccino (con richiamo), a chi è guarito dal Covid-19 ed a chi si è sottoposto a tampone. Per questi ultimi, però, non è previsto il super green pass. L’unico modo per averlo è vaccinarsi o essere guariti dopo averlo contratto.

Super Green Pass: dove deve essere utilizzato?

Si tratta quindi della solita certificazione sotto forma di codice QR, quindi chi già era vaccinato o guarito non ha nulla da temere, deve esibire il solito codice che può essere su carta o digitale, in genere sullo smartphone.

Veniamo però ora alle attività che possono essere svolte e quelle che invece sono negate, fondamentalmente, ai non vaccinati. Infatti, vigono regole simili a quelle che avevamo conosciuto e che purtroppo sono tornate attuali proprio in questi giorni, le regole delle zone “colorate”.

Sarà infatti impossibile per chi è senza super green pass andare al cinema, a teatro ed eventi simili, allo stadio ed in generale a manifestazioni sportive, al bar o al ristorante al chiuso (anche per bere un caffè al banco).

Insomma, attività quotidiane che potrebbero riguardare chiunque. Questa scelta del Governo è sicuramente impegnativa e, come detto, i controlli sono numerosi. Non solo a parole, ma anche nei fatti l’Esecutivo di Mario Draghi crede molto in questa misura e sta facendo fondamentalmente di tutto perché funzioni e perché non si debba tornare alle chiusure forzate.

Ma, a questo punto la domanda sorge spontanea, a quali sanzioni va incontro chi non rispetta queste regole?

Super Green Pass: attenzione alle multe! Per tutti!

Bisogna innanzitutto sottolineare che il green pass (ora diventato super) è stato un boccone amaro da digerire per chi ha locali aperti al pubblico che, in tanti casi, ha dovuto addirittura assumere un soggetto in più che potesse dedicarsi al controllo delle certificazioni verdi all’ingresso.

Parliamo quindi di una misura che non è stata così gradita ai proprietari di locali come bar, ristoranti, organizzatori di eventi e molto altro. È però vero che si tratta di una misura necessaria e non c’è altro modo di eseguire i controlli.

I controlli a campione vengono invece svolti dalle forze dell’ordine e le conseguenze possono essere piuttosto impegnative economicamente:

·       Sanzioni da 400 a 1.000 euro per chi viene sorpreso sprovvisto di green pass (base o super) in luoghi in cui è obbligatorio;

·       Sanzioni da 400 a 1.000 euro per i gestori di locali in cui vengono sorpresi clienti sprovvisti di certificazione verde;

·       Sanzioni da 600 a 1.500 euro per chi si reca sul posto di lavoro senza certificazione e sospensione dopo la quinta sanzione;

Insomma, sanzioni piuttosto impegnative che rendono tale certificazione obbligatoria anche nei fatti. Inoltre, il Governo ha inizialmente svolto un numero di controlli piuttosto esiguo, andando in crescendo di giorno in giorno dal 6 dicembre in poi.

Super Green Pass: potrebbe anche non bastare?

In questi giorni, proprio durante le festività natalizie, abbiamo visto i contagi schizzare in alto come già accaduto in passato, ma ancor più velocemente. Si tratta della nuova ondata di contagi dovuti anche alla variante Omicron, ancor più contagiosa.

Ora ci si chiede quindi se il Governo possa e voglia adottare misure restrittive sulla falsa riga dello scorso inverno, ma la risposta per ora sembra essere no. L’alto numero di vaccinati sta infatti permettendo di avere una situazione ancora sostenibile negli ospedali, ma ovviamente bisogna vedere l’evoluzione di giorno in giorno.

Ad ora possiamo certamente dire che il Governo non esclude nessuna ipotesi, neanche un lockdown per i non vaccinati sulla falsa riga di quanto fatto in Germania, ma ovviamente si tratta solo di ipotesi, almeno per ora.

Argomenti

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter via e-mail per ricevere aggiornamenti sulle Ultime Notizie, i Tutorial e le Offerte Speciali!

Autorizzazione Marketing
Autorizzo l'utilizzo delle informazioni che ho fornito ai fini di ricevere via e-mail notizie, aggiornamenti ed informative marketing.
Cancellazione e politica sulla privacy