FTAOnline

Voli low cost, aumento del 363% per i biglietti, ecco in quali casi

di Alessia Seminara pubblicato:
3 min

Voli low cost in aumenti, biglietti maggiorati fino al 363% in alcuni casi: ecco quali e le differenze tra le varie compagnie aeree.

Voli low cost, aumento del 363% per i biglietti, ecco in quali casi

Anche le compagnie aeree più a buon mercato risentono dei rincari estate 2024: i voli low cost, in alcuni casi, hanno un costo che è aumentato del 363%. In specifici casi, infatti, la promessa di una tariffa economica non viene rispettata.

Lo ha svelato una nuova indagine dell’organizzazione a servizio dei consumatori Altroconsumo, che ha recentemente analizzato nei dettagli la situazione. Il quadro che emerge è drammatico, soprattutto nel caso in cui, al biglietto, vengano aggiunti dei servizi aggiuntivi.

Voli low cost, aumento del 363% per i biglietti, ecco in quali casi

In particolare, l’indagine condotta da Altroconsumo ha infatti notato che, nella maggior parte dei casi, il prezzo per l’acquisto di un volo low cost si mantiene entro un limite che potremmo considerare ragionevole. I problemi si riscontrano a causa dei costi aggiuntivi.

L’analisi ha tenuto conto dei prezzi previsti per l’acquisto di biglietti per voli con le principali compagnie low cost; Ryanair, EasyJet, Wizz Air, ma anche Vueling e Volotea. Sono state considerate 58 diverse destinazioni, in partenza da Roma e Milano, con biglietto andata e ritorno (sia per mete italiane che europee).

Secondo quanto emerso dall’analisi, sebbene i costi dei biglietti non superino, nella maggior parte dei casi, i 25 euro, la necessità di servizi aggiuntivi comporta un aumento che, in alcuni casi, ha raggiunto il 363%.

Se, infatti, si desidera aggiungere al biglietto un bagaglio, o qualora si abbia la necessità di scegliere il posto a sedere, i voli low cost aumentano considerevolmente la propria tariffa.

Compagnie a confronto

L’indagine sull’aumento dei prezzi dei voli low cost condotta da Altroconsumo ha concluso che i servizi aggiuntivi possono far lievitare il prezzo finale fino a quattro volte rispetto a quanto pianificato inizialmente.

È ciò che succede nel caso di un volo Wizz Air con partenza da Roma e destinazione Budapest: il solo biglietto costa infatti circa 25 euro. Tuttavia, aggiungendo il bagaglio e scegliendo autonomamente il proprio posto a sedere, il costo totale del volo supera i 115 euro.

Di seguito, un riassunto degli aumenti massimi raggiunti da ciascuna compagnia quando al biglietto si aggiungono servizi extra:

  • Wizz Air (tratta Roma - Budapest): +363%

  • Vueling (Roma - Londra): +322%

  • EasyJet (Milano - Praga): +303%

  • Ryanair (Palermo - Milano): +262%

  • Volotea (Pantelleria-Milano): +183%.

Voli low cost: le variazioni di costo in un anno

Un dato positivo, in questa disastrosa situazione, sembra esserci. Nonostante i prezzi esorbitanti per l’acquisto di biglietti su voli low cost con servizi aggiuntivi, nell’estate 2023 il picco più alto registrato era del 465%.

Questa discrepanza, tuttavia, sembrerebbe dipendere dal fatto che il biglietto senza costi extra, nel 2024, ha un prezzo più elevato. In questo modo, la percentuale di aumento, ovviamente, si riduce.

I costi aggiuntivi, infatti, non si sono affatto ridotti. Anzi, rispetto alla scorsa estate, alcune tariffe sono addirittura aumentate. Il prezzo del bagaglio da stiva aggiuntivo, rispetto al 2023, ha subito una maggiorazione.

Allo stesso modo, le penali per valige oltre le misure consentite sono state maggiorate. Vueling ha portato la penale da 35 a 75 euro, mentre Wizz l’ha passata da 25 euro ai 55 odierni.

Argomenti

Risparmio