Avvio di seduta cauto per i mercati azionari italiani ed europei

Avvio di seduta cauto per i mercati azionari italiani ed europei. A Milano il Ftse Mib guadagna lo 0,06% e il Ftse Italia All Share lo 0,07 per cento.

In calo in Europa il Dax tedesco (-0,14%) e il Cac 40 francese (-0,11%).

Poco mosso durante i primi scambi anche il mercato del debito sovrano europeo con il rendimento del BTP decennale stabile allo 0,89% e lo spread in lieve calo a 107 punti base.

Stamane l’indice PMI servizi cinese di maggio si è posto a 55,1 punti, in calo dalla rilevazione precedente, ma ben sopra la soglia dei 50 punti che distingue l'espansione dalla contrazione.

In Germania Markit Economics ha comunicato il dato finale relativo all'Indice IHS PMI dei servizi. Nel mese di maggio l'Indice si è attestato a 52,8 punti in crescita rispetto alla rilevazione di aprile pari a 49,9 punti, con i nuovi ordini che crescono al tasso più elevato degli ultimi due anni. L'indice PMI Composito finale, che misura i risultati combinati delle attività manifatturiere e dei servizi, si e' attestato a 56,2 punti dai 55,8 punti di aprile.

In rialzo le quotazioni del petrolio greggio nei mercati internazionali con il Brent che passa di mano a 71,63 dollari (+0,39%). Oggi previsti i dati settimanali EIA sulla scorte di petrolio USA. Il comparto oil positivamente intonato a Piazza Affari: Eni +0,27%, Tenaris +1,11% e Saipem +2,45%

Si segnalano le performance positive di DiaSorin (+0,72%), che ha annunciato la firma di un accordo con Unifarma e Alliance Healthcare per la distribuzione e vendita nelle farmacie italiane della piattaforma di immunodiagnostica Point-Of-Care (POC) LIAISON IQ e dei primi due test disponibili sulla piattaforma.

Positivo anche l’andamento del comparto del credito con il Ftse Italia Banche che guadagna lo 0,27% Bene Banco BPM (+1,41%) e Fineco (+0,62%).

In calo Stellantis (-0,48%). La casa automobilistica ha annunciato stop produttivi agli impianti statunitensi di Belvidere, Windsor e Toluca nella settimana del 14 giugno a causa della carenza senza precedenti dei microprocessori necessari alle operazioni. Lo riportano diversi osservatori, tra i quali Reuters.

Bene invece Telecom Italia (+0,27%). La tecnologia di Olivetti, gruppo TIM, è stata scelta da Philip Morris per digitalizzare accessi e logistica dell'impianto di Crespellano (Bologna). Lo riporta MF, che parla di accordo basato sulle nuove tecnologie IoT (Internet of Things, ossia l’Internet delle cose).

Bene anche Moncler (+1,32%), mentre Buzzi Unicem (-0,34%) potrebbe subire le indiscrezioni sui prossimi interventi UE sul mercato delle emissioni di CO2.

Banca Profilo archivia la seduta di mercoledì con un +0,23% a 0,2195 euro dopo il closing dell’operazione annunciata a febbraio 2021 che prevede l'acquisizione da parte di Banque Profil de Gestion (BPDG) del 100% del capitale di One Swiss Bank (OSB) e, contestualmente, la cessione da parte di Banca Profilo della totalità delle azioni detenute in BPDG agli attuali azionisti di OSB. Il prezzo di transazione per la quota in BPDG di Banca Profilo tiene conto dei dividendi già distribuiti ad aprile, dell’aumento di capitale derivante dall’esercizio di stock option e degli aggiustamenti di prezzo ed è pari a 31,8 milioni di franchi svizzeri. Il titolo ha toccato un massimo intraday a 0,221 euro. A 0,2215 transita la media mobile esponenziale a 20 giorni, il superamento di quella resistenza permetterebbe il test a 0,2320 del lato alto del canale ribassista disegnato dai massimi di marzo. Oltre questo ostacolo attesa la ricopertura del gap ribassista del 26 aprile con lato alto a 0,239. Resistenza successiva a 0,255 euro. Solo sotto 0,215 rischio di nuovo test della base del citato canale, a 0,2110, poi supporto a 0,2050 euro.