È possibile ottenere bonus senza ISEE: scoprilo subito!

I bonus attualmente attivi sono molto numerosi e molto diversi tra loro. A caratterizzarli sono in genere i requisiti, ovviamente basati sull’obiettivo del bonus stesso.

Il Governo Draghi, così come i suoi predecessori, sta proponendo molte misure differenti per perseguire obiettivi più o meno importanti ed i bonus sono ormai un classico, si potrebbe dire.

Infatti, per molti questi saranno ricordati come “gli anni dei bonus”, da tanti sono quelli approvati dal Governo, con una tendenza che va ben oltre i problemi causati dalla pandemia ed i bonus approvati di conseguenza.

Sono anni ormai che questa tendenza è piuttosto evidente ed in particolare ce ne sono molti che mirano a rendere più sicure le case degli italiani, altri che hanno invece obiettivi legati alla sostenibilità ambientale o vogliono sostenere particolari settori in difficoltà.

In ogni caso, come dicevamo, a caratterizzare i bonus sono proprio i requisiti. Uno dei più classici è la Dichiarazione ISEE, di cui parleremo nel primo paragrafo.

Come potremo vedere, però, non tutti i bonus richiedono una Dichiarazione ISEE aggiornata e sotto una certa soglia, ma ce ne sono alcuni che sono molto più accessibili e, per questo, anche molto più amati e richiesti dai cittadini.

Bonus 2021 senza ISEE: ma cos’è l’ISEE?

Prima di capire quali sono i bonus che non richiedono la Dichiarazione ISEE aggiornata, conviene fare un passo indietro e capire cos’è la Dichiarazione ISEE e come funziona.

Si tratta di uno strumento molto importante perché sintetizza la situazione economica e reddituale di un certo nucleo familiare. Essa sta infatti per Indicatore della Situazione Economica Equivalente ed è pensata per riassumere gli aspetti più importanti.

Il tutto si concretizza in un importo finale, che è l’ISEE corrente della famiglia a cui fa riferimento.

Si utilizza molto per l’università (più alto l’ISEE più alta la retta), ma anche per le richieste di bonus e di misure di aiuto.

Su tutte Reddito di Cittadinanza e Reddito di Emergenza, che richiedono un ISEE sotto una certa soglia e senza la quale non si può proprio ricevere la misura. Ce ne sono però anche altre che vanno a fasce.

Quest’ultimo meccanismo prevede delle vere e proprie fasce, per cui ad ogni fascia di ISEE, da 10.000 euro a 20.000 euro per fare un esempio, corrisponde un certo importo del bonus.

Bonus 2021 senza ISEE: quali sono?

Eccoci ora ad all’aspetto che interessa di più ai lettori, ovvero i bonus che non richiedono la Dichiarazione ISEE.

Su tutti dominano i bonus edilizi, così chiamati perché legati a lavori di riammodernamento, ristrutturazione e sistemazione delle abitazioni.

Tra tutti, il più famoso e generoso è il superbonus 110%, ma ci sono anche il sismabonus, l’ecobonus, il bonus verde, il bonus facciate, il bonus mobili ed elettrodomestici e molti altri ancora.

Bonus che hanno in comune due cose principali: funzionano in detrazione d’imposta e non richiedono un ISEE aggiornato sotto una certa soglia.

Due criteri che rendono questi bonus molto, molto interessanti.

Il fatto che non richiedano ISEE li rende molto più semplici dal punto di vista puramente burocratico, oltre ad essere ovviamente un requisito in meno.

Bonus 2021 senza ISEE: cosa vuol dire detrazione?

I bonus appena citati, i più noti tra quelli che non richiedono ISEE, funzionano proprio in detrazione d’imposta.

Quando si usa questo termine ci si riferisce all’Irpef, l’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche, e la detrazione non è altro che una somma che si sottrae all’imposta da pagare.

Se quindi si ottiene uno dei bonus edilizi, per esempio, e si matura una detrazione di 50.000 euro, si otterranno 5.000 euro di “sconto” sull’Irpef all’anno per dieci anni.

La detrazione funziona esattamente così ed è molto interessante, ma richiede purtroppo di sostenere una spesa che poi lo stato rimborserà. In caso, però, si può ricorrere anche allo sconto in fattura o alla cessione del credito.

Bonus 2021 senza ISEE: e gli altri?

Un po’ più marginali rispetto ai bonus edilizi ci sono anche altri bonus che non richiedono una Dichiarazione ISEE aggiornata, come per esempio il bonus TV.

Lo stato lo ha promosso perché entro il 2023 cambierà la modalità di trasmissione dei canali e dunque le vecchie TV non funzioneranno più. Per aiutare i cittadini ad acquistarne una nuova, ecco il bonus TV.

Uno sconto del 20% fino ad un massimo di 100 euro sull’acquisto della nuova televisione.

Un altro bonus attualissimo senza ISEE è il bonus terme: 100% di sconto per l’ingresso nei centri termali fino ad un massimo di 200 euro a testa.

Il bonus non è però ancora attivo, probabilmente lo sarà entro la fine del mese di ottobre ma sarà probabilmente una vera corsa quella per ottenerlo.

In ultimo, un altro bonus importante che non richiede ISEE è il bonus smartworking, pensato per chi sta lavorando da casa a causa della pandemia.

Ricordiamo che ammonta a poco più di 500 euro ma che per ottenerlo è necessario che la richiesta venga fatta dal datore di lavoro.

Questi erano i principali bonus senza ISEE, ma ve ne sono sicuramente altri che sono tranquillamente verificabili sul sito INPS o sul sito dell’Agenzia delle Entrate nella scheda di ogni bonus.

FTAOnline News

Cover foto: https://unsplash.com/photos/AndE50aaHn4