Segnali di debolezza per Inwit

Segnali di debolezza per Inwit, In netto calo giovedì i titoli dei gruppi attivi nel settore torri di trasmissione dopo l'annuncio di Orange della societarizzazione della divisione torri (oltre 25 mila tra Francia e Spagna): possibile quindi un'IPO con conseguente effetto depressivo sui prezzi del comparto in borsa. Inwit ha toccato un minimo intraday a 8,865 euro per poi rimbalzare in area 8,91/92, in calo dalla chiusura di mercoledì a 9,215 euro. Il quadro grafico è debole, caratterizzato dalla violazione avvenuta a fine gennaio della trend line rialzista disegnata dai minimi di marzo 2020 (e passante per quelli di settembre), linea poi testata dal basso, con la media mobile esponenziale a 50 giorni, il 15 febbraio. La successiva ripresa del ribasso rischia di comportare ora la violazione del minimo del 1° febbraio a 8,85 euro. Se questo dovesse accadere i prezzi potrebbero scendere fino in area 8,42, base del gap rialzista del 9 settembre scorso. Solo la tenuta di 8,85 e la successiva rottura dei 9,10 euro permetterebbero un nuovo test dal basso della citata trend line, ora passante a 9,50 euro circa. Oltre quei livelli i segnali di debolezza rientrerebbero, possibile il ritorno in area 10,30 euro.