FTAOnline
Home :: Finanza Personale :: Colf e badanti 2023, aumenti fino a 2.000 euro per le famiglie: cosa cambia?

Colf e badanti 2023, aumenti fino a 2.000 euro per le famiglie: cosa cambia?

di Miriam Ferraripubblicato:
Argomenti

Lo stipendio per colf, badanti e baby sitter potrebbe aumentare fino al 9,44% nel 2023 a causa dell'inflazione: c'è il rischio dell'ennesima stangata per le famiglie, fino a oltre 2.000 euro. Ecco cosa cambia e quanto costeranno colf e badanti dal prossimo anno.

Tabella dei Contenuti

Nuovi aumenti di stipendio a partire dal 2023 per effetto dell'inflazione e dell'adeguamento del costo della vita: anche colf e badanti potrebbero arrivare a costare di più per le famiglie che ne hanno bisogno. Il rischio è quelli di una spesa complessivamente superiore, fino a 2.000 euro in più ogni anno.

L'allarme è stato lanciato da Fidaldo, che rivela che il vero pericolo per le famiglie

è quello di vedere aumentare le busta paga di circa il 9% rispetto agli attuali minimi.

Ecco quindi come cambiano le buste paga di colf e badanti e quanto costeranno alle famiglie tutti gli aumenti dovuti all'inflazione.

Colf e badanti, quanto costeranno nel 2023?

Secondo una stima di Fidaldo, la Federazione italiana del lavoro domestico, colf e badanti potrebbero arrivare a costare fino a 2.000 euro in più a partire dal 2023.

La causa dell'aumento dei costi per le famiglie è legata all'adeguamento dello stipendio minimo all'inflazione, che potrebbe raggiungere il +9,44%, ovvero sfondare i 2.000 euro all'anno per le famiglie.

Dunque, facendo alcuni calcoli, pare che colf e badanti potrebbero arrivare a costare fino a 125 euro in più ogni mese, che potrebbero addirittura salire a 140 euro in più, e considerando anche il pagamento d tredicesima e il Tfr la cifra sfonderebbe i 2.000 euro all'anno.

Se poi una famiglia avesse bisogno di assistenza per una persona non autosufficiente, i costi potrebbero arrivare fino a 30.000 euro all'anno, con un aggravio di circa 3.000 euro.

Colf e badanti, stipendi minimi in base al contratto nazionale

Ad oggi i livelli minimi retributivi di colf e badanti (ma anche per le baby sitter) vengono fissati dal contratto collettivo nazionale e sono cresciuti di poco meno del 3% a causa degli adeguamenti all'inflazione.

Quanto costano, quindi, in media all'ora o al mese un'assistente familiare, una colf, e una badante?

Ad oggi, quindi, una colf che presta servizio in una famiglia per 15 ore a settimana può ottenere una paga oraria di 8 euro; mentre una colf convivente assunta a tempo pieno può ottenere uno stipendio mensile di circa 1.000 euro.

Per quanto riguarda le badanti, invece, l'assunzione a tempo pieno e in regime di convivenza consente di ottenere uno stipendio pari a 1.200 euro al mese.

Aumenti per colf e badanti 2023: rischio stangata per le famiglie

Di qui, l'allarme di Fidaldo, che auspica si possano scaglionare tali aumenti affinché le famiglie non debbano sostenere costi troppo elevati per l'assistenza a persone anziane o disabili.

Ma i tempi sono piuttosto stretti, considerando che entro il 20 dicembre il Ministero del Lavoro deve dare il via libera all'adeguamento degli stipendi.

Come prosegue la Federazione, gli aumenti saranno solo in parte compensati dalla rivalutazione delle pensioni (che raggiungerà il 7,3%), ma che in base al nuovo meccanismo a 6 fasce premierà solo gli assegni fino a 4 volte il minimo.

L'aumento dei costi di colf e badanti, secondo il presidente di Fidaldo, potrebbe spingere le famiglie a

ridurre le ore della propria assistente familiare o di dichiararne di meno.

Registrati alla newsletter

Una volta alla settimana ti invieremo gli articoli più interessanti, le notizie più importanti che abbiamo appena pubblicato!


Approva il trattamento dei dati
Cancellazione e politica sulla privacy