Borse europee sopra la parità

25/11/2021 09:40:48

Le principali Borse europee hanno aperto la seduta in leggero rialzo. L'indice Stoxx 600 guadagna lo 0,2%, il Dax di Francoforte lo 0,3%, il Cac40 di Parigi lo 0,3%, il Ftse100 di Londra lo 0,1% e l'Ibex35 di Madrid lo 0,2%.
Sotto i riflettori è la Federal Reserve (Fed) e l'impatto che le sue decisioni avranno sulle politiche, e sui piani di stimolo all'economia, degli altri maggiori istituti centrali. Secondo quanto emerge dai verbali relativi al meeting del Federal Open Market Committee (Fomc, la commissione della Fed che si occupa di politiche monetarie) tenutosi 2 e 3 novembre, l'istituto di Washington potrebbe aumentare i tassi d'interesse Usa prima del previsto se l'impennata dell'inflazione non dovesse dare segnali di raffreddamento. Anche il ritmo della riduzione degli acquisti di asset potrebbe essere accelerato.
Oggi Wall Street resterà chiusa per la Festa del Ringraziamento.
Tra i titoli in evidenza Remy Cointreau +10%. Il produttore di cognac ha migliorato la guidance per l'esercizio in corso dopo un primo semestre più forte del previsto.
Swiss Life Holding +3%. Il gruppo assicurativo ha approvato un nuovo programma di acquisto di azioni proprie da un miliardo di franchi ed ha alzato il dividend payout ratio ad oltre il 60% dell'utile.
Orange -0,6%. Il gruppo telefonico ha comunicato che in seguito al verdetto della Corte d'appello di Parigi il board dell'ex France Télécom si è riunito mercoledì e ha preso atto della decisione di Stéphane Richard di rinunciare alle sue cariche di chairman e chief executive. Il board ha accettato le dimissioni che diventeranno effettive una volta nominata la nuova struttura di governance e al più tardi entro il 31 gennaio 2022. Richard, ha spiegato Orange, continuerà nel suo ruolo fino a tale data. Il tribunale francese ha condannato Richard a un annuo di reclusione dichiarandolo "colpevole di complicità nell'uso improprio di fondi pubblici in un caso di frode di lunga data".
Sul fronte macroeconomico in Germania, l'Ufficio Federale di Statistica (Destatis) ha reso noto che il Pil relativo al terzo trimestre 2021 è aumentato dell'1,7% rispetto al secondo trimestre 2021. Il dato ha evidenziato una variazione positiva del 2,5% sullo stesso trimestre dell'anno precedente, in linea con le attese, dal +10,4% precedente. Nel secondo trimestre 2021 il Pil era aumentato del 2% mentre nel primo trimestre era diminuito del 3,4% su base trimestrale.
La fiducia dei consumatori in Germania è notevolmente peggiorata a novembre. Sia le aspettative economiche che di reddito, insieme alla propensione all'acquisto, sono diminuite, in alcuni casi in modo significativo. GfK prevede pertanto un calo della fiducia dei consumatori di -1,6 punti per dicembre, in calo di 2,6 punti rispetto a novembre (rivisto da 1,0 punti), registrando un aumento della propensione al risparmio.

RV - www.ftaonline.com