FTAOnline

Tod’s scalda il lusso italiano

di Giovanni Digiacomopubblicato:

Il titolo vola rapidamente ai 43 euro dell'offerta. Della Valle punta sul delisting e questa volta l'appoggio di LVMH e Catterton è più forte

Tod’s scalda il lusso italiano

Tabella dei Contenuti

Il lusso ingrana la quinta a Piazza Affari dopo l’opa su Tod's e brillano in tanti, a partire da Brunello Cucinelli, che segna un altro rialzo del 2,83%

L'indice di settore Ftse Italia Brands guadagna 1,81% Anche in Europa l'Europe Luxury 10 segna un rialzo dell'1,01%

Ma è Tod’s che lascia senza fiato con un +18,54% che catapulta i prezzi a 43,1 euro praticamente su quei 43 euro che i Della Valle mettono sul piatto per delistare la società calzaturiera.

E’ una festa di gruppo però: Moncler +1,41%, Ferragamo guadagna il 6,63%, Geox il 2,23%

Ma partiamo da Tod’s.

Tod's, la nuova offerta per il delisting

Della Valle ci riprova. Le sigle della famiglia ci sono tutte (Diego Della Valle, Andrea Della Valle, “DIVI” e Diego Della Valle & C. S.r.l. A esse si aggiungono Catterton e il suo partner di rango LVMH, il colosso francese del lusso di Bernard Arnault noto per gli shopping nel lusso italiano.

L’obiettivo rende bene l’idea del piano: se l’opa avrà successo i Della Valle avranno il 54% del capitale, Catterton il 36% e Delphine (LVMH) il 10% (che poi è la quota che LVMH ha in partenza).

È in parte un film già visto. Già nel 2022 Della Valle aveva provato l’offerta mettendo sul piatto 40 euro per azione. E gli era andata male. Anche in quel caso, come oggi, i Della Valle affermavano che, anche nel caso non si fossero raggiunte con l’offerta le condizioni per il delisting, sarebbero andati avanti con un’incorporazione.

Stavolta il prezzo è salito a 43 euro e incorpora un premio del 17,59% sui valori di venerdì scorso e del 27,3% sulla media ponderata dei sei mesi precedenti.

L’obiettivo industriale del delisting è perseguire gli “obiettivi in un contesto di mercato e in una cornice giuridica caratterizzati da maggiore flessibilità gestionale e organizzativa, con tempi di decisione e di esecuzione più rapidi e beneficiando altresì di una riduzione dei costi di gestione e di quotazione sul mercato”.

Condividere questo percorso con L Catterton, private equity leader mondiale nel settore dei beni di consumo – ha aggiunto Diego Della Valle - ci darà la possibilità di svilupparci ulteriormente”.

È un’operazione amichevole insomma, d’altronde Diego Della Valle e Bernard Arnault, il patron di LVMH, sono vicini da decenni e lo stesso manager italiano siede nel board della società francese
anche se in molti, nonostante i Della Valle rimangano al controllo della società secondo gli accordi, vedono nella nuova operazione l’ingresso del gruppo nell’orbita di LVMH.

I dati preliminari di Tod’s pubblicati di recente hanno comunque mostrato spunti molto positivi anche nell’area critica della Cina e ora, la nuova proposta promossa con l’aiuto degli amici francese potrebbe andare a segno visto che la dotazione a disposizione cresce in materia considerevole.

Il private equity Catterton potrebbe inoltre domani fornire davvero un apporto importante alle strategie di Tod’s per il futuro data la sua esperienza globale.

Argomenti
Portafoglio Conservativo

Da 15 anni gestisco un portafoglio conservativo studiato appositamente per investitori che hanno grossi capitali e vogliono preservarli con la massima cura.

Clicca qui!
MegaTrader è un servizio di FtaOnline.com

Registrati alla newsletter

Una volta alla settimana ti invieremo gli articoli più interessanti, le notizie più importanti che abbiamo appena pubblicato!


Approva il trattamento dei dati
Cancellazione e politica sulla privacy