FTAOnline

Borsa italiana: chi offre i dividendi più ricchi?

di Enrico Dannapubblicato:

Nella valutazione complessiva di un investimento azionario, non va sottovalutata l'importanza dei dividendi. Ecco perchè può essere utile farsi una idea su quali sono le Società quotate sul listino milanese che offrono la remunerazione maggiore.

Borsa italiana: chi offre i dividendi più ricchi?

Tabella dei Contenuti

Borsa italiana: lo stacco dividendi 

Lo stacco dividendi è uno di quei giorni attesi da molti risparmiatori, cassettisti in primis. 

In quel fatidico momento, infatti, le aziende retrocedono agli azionisti la quota di utili di loro spettanza così come da delibera dell’assemblea sulla base dei dati dell’ultimo esercizio commerciale conclusosi. 

In tempi di vacche magre, come ad esempio è stato il 2022, con mercati altalenanti e improntati alla negatività di fondo, la riscossione di un flusso cedolare può, in qualche modo, mitigare le avversità di investimenti concepiti con tutt’altre aspettative. 

Per chi opera come cassettista, il dividendo rappresenta un riconoscimento per la fedeltà dimostrata ad un titolo, ad una società verso la quale si nutrono, nel medio/lungo periodo, prospettive di crescita. 

Per chi opera come trader, il dividendo, in un periodo come quello attuale, è comunque una specie di contentino che permette di recuperare (anche se magari sono in minima parte) le perdite potenziali maturate con operazioni rivelatesi errate. 

Azioni: i migliori rendimenti del FTSE MIB 

Quali sono le azioni che, in termini percentuali, garantiscono ai loro azionisti la maggior resa? 

Per calcolare il rendimento, occorre mettere a confronto il dividendo che verrà staccato con il prezzo dell’azione in un determinato istante (il prezzo corrente). 

In linea di massima, il comparto che regala le maggiori soddisfazioni è quello che comprende i titoli bancari, assicurativi e finanziari. 

Se andiamo ad analizzare i titoli del FTSE MIB, ovvero dei principali 40 titoli della borsa italiana, possiamo osservare alcuni dati interessanti.

Unipol, ad esempio, garantisce un rendimento del 7,70% sulla base di un dividendo deliberato per azione di euro 0,37 ed un prezzo corrente pari a 4,80/4,90 euro. 

Generali, offre un flusso cedolare superiore al 6% frutto di un dividendo pari a euro 1,16 ed una quotazione intorno ai 18,50 euro. 

Stellantis, al di là del nome, brilla anche per pay out garantito: oltre l’8% dato dal rapporto tra dividendo di 1,34 euro ad azione e prezzo corrente intorno ai 16,25 euro. 

Anche Poste Italiane (7%), Intesa San Paolo (7% circa), Enel (7% circa) ed Eni (circa 6,50%) garantiscono rendimenti decisamente allettanti. 

Azioni: altri dividendi interessanti 

Tra le altre società quotate in borsa in grado di offrire dividendi particolarmente interessanti nel 2023 (riferiti ovviamente all’anno fiscale 2022), si segnala sicuramente Saras che però, l’anno scorso, non aveva distribuito nulla. 

Ebbene, con un dividendo unitario di euro 0,19 ad azione ed un prezzo corrente pari a circa 1.30 euro, il rendimento che verrà accreditato agli azionisti il 24 di maggio, si avvicinerebbe ad una remuneratività superiore al 14,50%. 

Acea, a fronte di un dividendo unitario pari a 0,85 euro ad azione che verrà staccato a giugno, ai prezzi correnti, garantirebbe un rendimento intorno al 6,50%. 

Come già evidenziato in precedenza, giova ribadire quindi che, i titoli migliori, dal punto di vista della redditività, vadano normalmente ricercati nei comparti bancario/assicurativo/finanziario o tra i ciclici/energetici/petroliferi. 

Non bisogna ovviamente trascurare di guardare con attenzione agli eventi che contraddistinguono l’economia globale e che possono portare in auge settori specifici in tempi specifici, come ad esempio quello della ricerca farmaceutica nel periodo della pandemia. 

 

Portafoglio Bilanciato

Ho creato un portafoglio di titoli italiani che nel 2023, ha generato un utile del +31,02% e consentito di ottenere interessanti dividendi.

Clicca qui!
MegaTrader è un servizio di FtaOnline.com

Registrati alla newsletter

Una volta alla settimana ti invieremo gli articoli più interessanti, le notizie più importanti che abbiamo appena pubblicato!


Approva il trattamento dei dati
Cancellazione e politica sulla privacy