FTAOnline
Home :: Finanza Personale :: Borse di studio 2022-2023: bandi aperti, importi, requisiti e domanda

Borse di studio 2022-2023: bandi aperti, importi, requisiti e domanda

di Miriam Ferraripubblicato:
Argomenti

Tutti i bandi aperti per ottenere le borse di studio 2022-2023: ecco i requisiti, gli importi e come presentare la domanda.

Tabella dei Contenuti

Ogni ateneo o Università italiana mette a disposizione delle borse di studio per l'anno scolastico in corso 2022-2023, assegnando i contributi agli studenti che possiedono determinati requisiti di merito, reddito o disabilità.

Tra i bonus e le agevolazioni per gli studenti universitari, esistono anche delle soglie di esonero dal pagamento delle tasse universitarie, oppure dei bonus libri scolastici dalle Regioni.

Vediamo quali sono i bandi attivi per ottenere borse di studio per l'anno 2022-2023: requisiti, importi e scadenze.

Borse di studio 2022-2023: quali sono i bandi attivi

Ciascuna Regione e ciascuna Università mette a disposizione delle borse di studio per gli studenti che sono in possesso di particolari requisiti di merito, reddito o disabilità.

Solitamente l'accesso avviene tramite graduatoria, in base all'assegnazione di un punteggio per ciascun requisito soddisfatto, differente per ciascun ateneo.

Di seguito riportiamo l'elenco dei siti web delle rispettive Regioni, o enti locali, da tenere sotto controllo per l'accesso alle borse di studio 2022-2023.

Regioni

Sito web

Emilia-Romagna

ER-GO

Umbria

ADISU Umbria

Lombardia

Sito web della Regione

Liguria

Università di Genova

Toscana

OpenToscana

Veneto

URP Veneto

Sicilia

ERSU Palermo

Friuli-Venezia Giulia

ARDIS Friuli

Abruzzo

ADSU Aquila

Lazio

DiSCo Lazio

Piemonte

ERSU Piemonte

Sardegna

ERSU Cagliari

Valle d’Aosta

sito web della Regione

Marche

ERDIS Marche

Campania

ADISU Campania

Calabria

Università della Calabria

Molise

ESU Molise

Puglia

ADISU Puglia

Basilicata

ARDSU Basilicata

Borse di studio 2022-2023: a chi spettano?

Oltre alla diversità per ciascuna Università e Regione, le borse di studio per l'anno 2022-2023 seguono le stesse linee guida, ma a chi spettano?

Ogni ateneo ha la facoltà di decidere quali siano i requisiti di accesso ai contributi per studenti universitari, ma solitamente tali borse di studio vengono assegnare per merito (media dei voti), reddito, o per disabilità.

Le borse di studio erogate per merito o reddito spettano a quegli studenti che si sono contraddistinti per le proprie capacità e che hanno conseguite ottime votazioni agli esami.

Oltre al merito, spesso è richiesto anche il possesso di un ISEE basso, entro determinate soglie.

Le borse di studio per disabilità, invece, spettano a quegli studenti che presentano delle difficoltà motorie o psichiche e che hanno la possibilità di dimostrarle con apposite certificazioni mediche.

Borse di studio ed esonero dal pagamento delle tasse: chi può averlo?

Oltre alle borse di studio, gli assegnatari possono anche godere dell'esenzione dal pagamento delle tasse universitarie. Talvolta è previsto l'esonero parziale, in altre situazioni - soddisfando alcuni requisiti precisi - quello totale.

L'esonero dalle tasse è previsto per tutti i nuclei familiari in possesso di un ISEE sotto i 20.000 euro.

In queste situazioni basta semplicemente presentare la DSU o appunto l'ISEE direttamente all'ateneo.

Anche i titolari della Legge 104 hanno diritto all'esenzione dalle tasse universitarie, purché possiedano una disabilità accertata almeno al 66%.

Registrati alla newsletter

Una volta alla settimana ti invieremo gli articoli più interessanti, le notizie più importanti che abbiamo appena pubblicato!


Approva il trattamento dei dati
Cancellazione e politica sulla privacy