FTAOnline

Tirocini InPA, chi sono i destinatari e come partecipare?

di Alessia Seminara pubblicato:
3 min

Nuova opportunità per i giovani: partono i tirocini InPA. Come funzionano, chi può partecipare e come? Scopriamolo.

Tirocini InPA, chi sono i destinatari e come partecipare?

In aggiunta ai concorsi pubblici, una nuova opportunità di accesso alla Pubblica Amministrazione viene riservata ai giovani. Sono in partenza i cosiddetti tirocini InPA, che permetteranno ai giovani di accedere ad attività formative retribuite.

Sono previsti un totale di 300 tirocini che verranno avviati nella Pubblica Amministrazione, ciascuno dei quali verrà retribuito 600 euro al mese. Scopriamo cosa sono i tirocini InPA, chi può accedere e come partecipare.

Come funzionano i tirocini InPA

Così come previsto dal Decreto Interministeriale n. 122 pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 26 maggio 2022, partono finalmente i tirocini InPA.

Si tratta di vere e proprie attività di tirocinio che verranno svolte all’interno della Pubblica Amministrazione, i cui destinatari saranno i giovani. Nelle prossime settimane, secondo quanto disposto dal decreto, verranno attivate 300 diverse attività, presso le seguenti amministrazioni centrali:

  • Presidenza del Consiglio dei Ministri

  • Agenzia delle Entrate

  • INAIL

  • MEF

  • ISTAT

  • Regioni (Emilia Romagna, Liguria, Marche, Puglia e Toscana).

Si tratta di un vero e proprio stage, con determinati obiettivi da raggiungere da parte del tirocinante. Il percorso avrà una durata pari a 6 mesi, per ciascuno dei quali è previsto un compenso da 600 euro.

Chi può accedere ai tirocini InPA?

Per poter partecipare ai tirocini InPA, è necessario rispettare determinati requisiti. Come anticipato, tali attività formative saranno destinate ai giovani.

Per questa ragione, si potrà presentare domanda con un’età inferiore ai 28 anni. I partecipanti devono essere iscritti ad un corso di laurea, magistrale o a ciclo unico. In questo secondo caso, il potenziale tirocinante deve essere iscritto all’ultimo biennio.

I tirocini saranno destinati esclusivamente a studenti meritevoli. Per tale ragione, è fondamentale che al media riportata non sia inferiore a 28.

L’obiettivo del percorso formativo è quello di poter poi svolgere la propria tesi di laurea in base all’esperienza formativa nella Pubblica Amministrazione.

Pur non garantendo accesso diretto nella PA, durante i prossimi concorsi pubblici i tirocini InPA verranno sicuramente valutati.

Come partecipare?

Per poter prendere parte ai tirocini InPA, bisognerà seguire le indicazioni che, a breve, verranno pubblicate sul portale InPA. Non è infatti ancora possibile candidarsi per la partecipazione alle attività formative.

Ci sarà una prima fase in cui le Amministrazioni dovranno presentare i propri progetti, all’interno del quale dovrà essere indicato il numero massimo di tirocinanti che possono essere coinvolti. Tale numero, comunque, non può essere superiore a 40 per ciascun ente della PA centrale. Per le Regioni, tale numero è ridotto a 20.

Per la selezione dei potenziali tirocinanti, verranno convolte le Università. Saranno le varie facoltà ad occuparsi degli avvisi di selezione. Avvisi che, comunque, saranno pubblicati sul sito ufficiale InPA.

Dato che, molto probabilmente, per partecipare alla selezione sarà necessario iscriversi al portale, il consiglio per i candidati è quello di effettuare la registrazione quanto prima.

Argomenti

Lavoro