FTAOnline
Home :: Fisco :: Imu 2022, scadenza a dicembre e nuova esenzione per i coniugi

Imu 2022, scadenza a dicembre e nuova esenzione per i coniugi

di Miriam Ferraripubblicato:
Argomenti

Si avvicina la scadenza della seconda rata di pagamento dell’Imu: chi deve pagare, come si paga e qual è la data da segnare in rosso sul calendario? Nuove esenzioni per i coniugi: ecco le novità e tutto quello che c’è da sapere.

Tabella dei Contenuti

Il pagamento della seconda rata IMU 2022 sarà il banco di prova per la nuova sentenza della Corte Costituzione sulla doppia esenzione per i coniugi: la scadenza per il saldo è fissata al 16 dicembre 2022.

A destare particolare confusione è la platea di coloro che sono tenuti al pagamento dell’Imposta Municipale Unica, oltre ai requisiti e condizioni che determinano le esenzioni dal pagamento IMU. Bollette di luce, acqua e gas, invece, sono condizioni determinanti nella prova di esonero dal versamento del 16 dicembre 2022.

Ecco tutto quello che c’è da sapere sul pagamento della seconda rata Imu 2022: qual è la scadenza, come si paga, chi deve pagare e quali sono i casi di esenzione.

Imu 2022, nuova esenzione per i coniugi

A destare particolare scalpore è stata la sentenza della Corte Costituzionale numero 209 del 13 ottobre 2022 in merito alla doppia esenzione IMU per i coniugi.

Secondo quanto stabilito dalla Corte, è prevista la doppia esenzione dal pagamento della tassa sulla casa per i coniugi con residenze diverse, a patto che siano rispettate le condizioni di doppia residenza e dimora abituale.

Prima della sentenza era l’art, 5-decies, comma 1, del DL numero 146 del 2021 a stabilire le regole: tale norma, infatti, sanciva la possibilità di godere di un’esenzione dal pagamento dell’IMU solo per uno dei due immobili posseduti da marito e moglie, a prescindere dalla localizzazione degli immobili.

La seconda scadenza per il pagamento della rata Imu 2022 metterà alla prova la nuova decisione della Corte Costituzionale. Vediamo tutto quello che c’è da sapere.

Scadenza Imu 2022: quando si paga?

Nel calendario delle scadenze fiscali dei prossimi mesi, appare ben chiaro l’appuntamento con l’Agenzia delle Entrate per il versamento della seconda rata Imu a dicembre 2022. Quando si paga?

Il calendario prevede due date, che riassumiamo brevemente di seguito:

Prima rata o acconto

Seconda rata o saldo

16 giugno 2022

16 dicembre 2022

Tra le novità del 2022 ricordiamo l’accorpamento dei pagamenti Imu e Tasi in un’unica imposta: per sapere quanto si paga occorre fare riferimento alle aliquote approvate dal proprio Comune di residenza.

Chi deve pagare la seconda rata Imu a dicembre 2022

Chi sono i cosiddetti “soggetti passivi” tenuti al pagamento della seconda rata Imu entro il 16 dicembre 2022?

Anzitutto i titolari di diritti di proprietà o di altri diritti reali di godimento, ma anche i concessionari di aree demaniali e i locatari di immobili in leasing.

È scorretto credere che l’Imu si paghi esclusivamente sugli immobili di lusso: tale tassa, infatti, si applica anche ai terreni agricoli e capannoni, oltre che aree fabbricabili o fabbricati stessi.

Dopo aver scoperto chi sono i cittadini che dovranno pagare la seconda rata IMU a dicembre 2022, ricordiamo che esistono dei bonus Imu 2022 a livello nazionale o locale per determinate categorie di soggetti. Si possono ottenere sconti fino al 50% sulla tassa.

Esenzione, esonero, riduzione del pagamento Imu: tutti i casi

L’esenzione IMU, secondo la regola generale, è prevista per tutti i titolari di un immobile adibito ad abitazione principale.

È possibile, soddisfando alcune condizioni, ottenere una riduzione dell’Imposta Municipale Unica: è prevista, per esempio, una riduzione del 50% nel caso di immobili di interesse storico o artistico; fabbricati inagibili; immobili concessi in comodato a parenti entro il primo grado.

Per le abitazioni concesse con canone concordato, invece, è previsto uno sconto sull’Imu nella misura del 75%.

Come si paga l’Imu entro il 16 dicembre 2022

Arriviamo infine alle modalità di pagamento dell’Imu, ovvero alle tre possibilità che ogni contribuente può scegliere per saldare i conti:

  • con il modello F24;

  • con bollettino postale;

  • online tramite la piattaforma PagoPA.

Tutti i contribuenti che non rispetteranno la scadenza del 16 dicembre 2022 per il pagamento della seconda rata IMU andranno incontro a delle opportune sanzioni.

Programma dei video

« dicembre 2022»
lun
mar
mer
gio
ven
sab
dom

Registrati alla newsletter

Una volta alla settimana ti invieremo gli articoli più interessanti, le notizie più importanti che abbiamo appena pubblicato!


Approva il trattamento dei dati
Cancellazione e politica sulla privacy